Serie C1: Analisi 20° giornata

MISSIONE SALVEZZA

Dinamis - Futsal Potenza Picena

 

I NUMERI

 

Non sbaglia il Recanati che tocca quota 58 punti. Un solo pareggio ha impedito il punteggio pieno per i leopardiani, record assoluto del campionato. Due pareggi pirotecnici nell’ultimo turno (Dinamis-Futsal Potenza Picena e Nuova Juventina – Trecolli Montesicuro) e due vittorie esterne (Recanati a Jesi e Montelupone a Peglio con il Pieve d’Ico). Il dato che salta all’occhio è la prima vittoria in stagione per l’Ostrense che piega, in rimonta, il Pianaccio. Massimo scarto in Pieve d’Ico – Montelupone 3-8 all’interno di una giornata dove si è segnato tantissimo. In classifica marcatori Carlo Coppari (FPP) è in fuga a 40 gol seguito da Carnevali (Recanati) a 38 e Ricci (Montelupone) 37. Più staccati Di Iorio (Recanati) 33 e Serantoni 32.

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

 

Continua a vincere il Recanati che, complice il mezzo passo falso del Futsal Potenza Picena, mette più di un’ipoteca sul primo posto. I leopardiani, nel loro cammino stagionale, si prendono il lusso di sbancare anche la tana della Trillini Auto Jesi andandosi ad imporre 3-4. Non sono mancate le difficoltà per Junior e compagni che, davanti alla loro, hanno trovato una formazione arcigna e ben organizzata come quella jesina di Gabriele Pieralisi. Alla fine a regalare la vittoria, oltre all’ex capitano del Cus Ancona, ci hanno pensato Cassisi, De Sousa e Sabbatini, altro top player degli ospiti. Tra i padroni di casa da segnalare la doppietta di Bartolucci, apparso in grande crescita.

 

Montelupone scarico e senza motivazioni? Chiedetelo al Pieve d’Ico. I rosanero di Alfredo Macellari fanno jackpot nella tana della Pieve andando a registrare un pesantissimo 3-8. Da una parte c’è la brillantezza di una squadra giovane che può vantare, e se lo tiene stretto, un pivot come Alex Ricci autore di un poker di pregevole fattura. Dall’altra c’è una squadra, quella di casa, in grandissima difficoltà e in posizioni critiche di classifica dopo anni importanti nella massima categoria regionale. A mister Marchetti e i suoi ragazzi serve una netta inversione di tendenza per evitare il peggio, a cominciare dalla proibitiva trasferta di Potenza Picena. A diminuire il passivo con il Montelupone sono stati Boni, Garavani e Latessa giocatori fondamentali nella missione salvezza.

 

Primo brindisi, e che brindisi, per la giovane Ostrense di Stefano Ravoni. I rossoblu, nel calore del loro palazzetto, ribaltano da 0-3 a 4-3 facendo vivere un venerdì da incubo al malcapitato Pianaccio che ora deve risollevarsi dalle sabbie mobili. La doppietta del solito Ghetti e il gol dell’immancabile Sabbatini sembravano aver illuso l’Imperatore Luca Dominici, desideroso di punti preziosi in chiave salvezza. Poi il blackout e la riscossa locale. Pacenti, da buon capitano, ha dato la carica iniziale e si è fatto seguire dal prode Macculi. Il pari, sintomo già di una serata di gloria, è stato griffato da Daniele Conti mentre il sorpasso, quello che premia l’impegno lungo un anno di questi ragazzi, è di Luzi. Probabilmente l’Ostrense non si salverà, ma è comunque una bella storia da raccontare.

 

Gran pareggio per la Dinamis di Michele Pennacchioni che blocca sul 4-4 il lanciatissimo Futsal Potenza Picena. La compagine giallorossa guidata da Paolo Perugini gioca una buonissima partita, mostrando ancora una volta il suo tasso tecnico, ma si distrae nel finale e subisce il ritorno dei padroni di casa. Padroni di casa a cui va dato il merito di averci sempre creduto, anche sui parziali di 0-2 e 2-4. Ci sono le doppiette di Coppari (e ormai non fa più notizia) e del funambolo Rahali (uno che sta attirando su di sé occhi da tutta la regione). Ci sono anche i gol di Viola e Di Matteo, elementi imprescindibili delle rispettive squadre. E non mancano neanche i guizzi di Qorri e Monteferrante, compagni di squadra proprio al Palabadiali ai tempi del Città di Falconara di Massimiliano Neri in C1.

 

Vittoria fondamentale in ottica salvezza per il Real San Giorgio che si prende uno scalpo importante. E’ quello dell’Olympia Fano, in crisi di risultati nelle ultime gare, apparso disattento nella sfida sangiorgese. L’assenza di Nespola pesa e neanche il tesseramento di Solazzi (in gol) è riuscito a sopperire alla mancanza del capitano fanese. Ne approfittano così i padroni di casa, trascinati dalla doppietta di De Ruggiero e dai centri di Tulli e Della Mora. Il Real sale a quattordici, la strada è ancora lunga ma sicuramente la voglia di far bene c’è tutta. Saranno determinanti le prossime sfide, per non accumulare svantaggio e continuare a giocarsi le proprie chance di salvezza.

 

Tutto facile per il Castrum Lauri che supera l’esame Cerreto d’Esi a pieni voti. Il match di Ripe San Ginesio termina con un nettissimo 7-3 che conferma la caratura offensiva dei locali, ancora una volta. Tre i gol di Serantoni che sta provando, a suon di reti, a rientrare in corsa per il titolo di capocannoniere. A completare la festa ci hanno pensato Amadio, Pietracci, Salvi e Cassaro. Per gli ospiti un passo indietro in ottica salvezza con la classifica che si mostra complicata. Da segnalare la doppietta di Bruzzichesi, uno dei più positivi nonostante la sconfitta.

 

Fuochi d’artificio in Nuova Juventina – Montesicuro Trecolli terminata con un impronosticabile 8-8. Gli anconetani fanno di tutto per vincere la partita ma alla fine lasciano due punti nel catino montegranarese. A Davide Bilò non basta la cinquina di uno scatenato Lorenzo Di Placido e non basta neanche la doppietta del sempre prolifico Michele Lombardi (l’altra rete è di Giordano). Non bastano perché Balzamo e soci non si danno per vinti e conquistano un punto che potrebbe rivelarsi prezioso per la mission (oggi meno impossible) della salvezza. Da segnalare la tripletta di Gabriel De Melo, giocatore che sta facendo vedere cose importanti. Due gol anche per Grasselli.

 

 

IL PROTAGONISTA

(Lorenzo Di Placido)


 

 

LA SORPRESA

(Ostrense)


 

 

Peppe Gallozzi