Serie C1: Analisi 11° giornata

GUAI A MOLLARE

Futsal Potenza Picena - Real San Giorgio

 

I NUMERI

 

Un solo pareggio e una sola vittoria esterna. Per il resto cinque imposizioni interne, sintomo di un fattore campo sostanzialmente rispettato nell’ultimo weekend. Tra la prima della classe (Recanati C5) e l’ultima (Ostrense) ci sono 32 punti, quasi l’equivalente della totalità della posta in palio a disposizione nelle prime undici giornate. Massimo scarto in Dinamis – Ostrense 10-2 mentre la classifica marcatori diventa sempre più entusiasmante. Al comando, con 23 gol, ci sono Carlo Coppari (la grande novità del Futsal Potenza Picena di inizio stagione) e Facundo di Iorio (la certezza del Recanati, autentico top player di categoria). Staccato di un tassello, a quota 22, il rinato Alex Ricci del Montelupone e a quota 21, vera sorpresa di questo inizio, Paolo Nespola del Fano. Occhio nelle retrovie a Luca Carnevali (17), uno che la palla in fondo al sacco sa bene come spedirla…

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

 

Sa soffrire e sa vincere la Trecolli Montesicuro di Davide Bilò che, con pieno merito, sbarca in quarta posizione. I dorici si prendono lo scalpo della Trillini Auto Jesi imponendosi con un perentorio 2-1 frutto delle reti di Giordano e Lombardi (altra prestazione di livello per questo ragazzo classe ’97). La vittoria casalinga è arrivata in rimonta perché a sbloccare il punteggio era stato, in precedenza, lo jesino Sassaroli. Se per la Trecolli si può parlare di totale rinascita per i leoncelli continua il momento di difficoltà seguente all’eliminazione in Coppa Marche per mano del Vallefoglia.

 

Continua la sua marcia l’Olympia Fano che resta in scia delle primissime posizioni. I granata superano 5-2 il Montelupone incassando un altro esame determinante nel proprio percorso di crescita. Partita con poca storia con i padroni di casa a dettare le trame e gli ospiti a contenere, privi della brillantezza mostrata nelle precedenti uscite. Doppio Nespola e Chiappori per allungare, Ricci a rimettere in gara i rosanero, Farabini e Minardi a condurre in porto la vittoria per la truppa Rosati. Fano c’è, tutti avvisati. Questi ragazzi di fermarsi non vogliono saperne.

 

Non basta un eroico e mai domo Cerreto d’Esi per fermare il Recanati capolista. I ragazzi di Enzo Bargoni piazzano un’altra vittoria nel loro cammino, fin qui, fatto solamente di gioie. Nel 9-7 finale ci sono le triplette di Junior e Facundo Di Iorio ma ci sono anche le reti di Sabbatini, De Sousa e Carnevali. Tutti protagonisti, tutti tasselli di un mosaico destinato a dare grandi soddisfazioni alla proprietà leopardiana. Onore anche agli ospiti che, sul parziale di 8-2, hanno trovato la forza di spingersi fino all’8-7 facendo tremare la capolista.

 

Continua a correre il Futsal Potenza Picena che, nelle scorse ore, ha presentato il centrale brasiliano Montagna impreziosendo così un roster già ricco di individualità. Il 7-1 rifilato ad un rimaneggiato Real San Giorgio consente di continuare a tallonare il Recanati aspettando un passo falso. Di Matteo, Massacesi e Coppari piazzano le rispettive doppiette, Giacomo Gabbanelli completa l’opera e il weekend non può che essere felice per Paolo Perugini e la sua truppa. Il gol della bandiera sangiorgese porta la firma di Catalini e ora mister Vecchiola non vede l’ora di abbracciare i nuovi arrivi per rilanciarsi in chiave salvezza.

 

Chi in chiave salvezza fa un balzo in avanti è la Dinamis guidata da Michele Pennacchioni. I falconaresi fanno registrare un netto 10-2 con il fanalino di coda Ostrense (ammirevole comunque per impegno e dedizione) e mettono nel mirino la zona bianca della classifica. Qorri ne fa quattro evidenziando le sue doti realizzative che potranno essere determinanti nella corsa alla salvezza. Sul tabellino anche Pellecchia e Tognetti oltre Carletti e Quercetti, con quest’ultimo che sta tornando sugli standard abituali fatti vedere la scorsa stagione. Pettinari e Di Cosmo in gol per l’Ostrense.

 

Pareggio ad alto contenuto di emozioni quello emerso dal match che vedeva contrapporsi Pianaccio e Castrum Lauri. I giovani di San Michele al Fiume ormai non sono più una rivelazione e, per larghi tratti del match, hanno pensato bene di mettere seriamente in difficoltà il più quotato Castrum (Parziali di 3-0, 4-2 e 5-3). Poi, con il trascorrere dei minuti, è emersa l’esperienza di Serantoni e soci che sono riusciti a riacciuffare una partita che si era messa su binari non certo propizi. Alla fine è un punto che serve a entrambe per muovere la classifica, avanzando nella corsa ai rispettivi obiettivi.

 

Chiude il programma il bell’exploit del Pieve d’Ico che sbanca la tana della Nuova Juventina con un perentorio 3-7. La Pieve compie un bel passo avanti in classifica lasciandosi alle spalle, forse in modo definitivo, le difficoltà riscontrate in passato. Bonci, Paolillo, Boni, Latessa, Meliffi e Marchetti suonano la melodia giusta che consente di incamerare punti fondamentali inguaiando, ancor di più, i dirimpettai. Tre soli punti all’attivo per i montegranaresi che ora dal mercato si aspettano qualche rinforzo per continuare a sperare nella salvezza.

 

 

IL PROTAGONISTA

(Eugjen Qorri)


 

 

LA SORPRESA

(Olympia Fano)


 

 

 

Peppe Gallozzi