Serie C1: Analisi 9° giornata

SI RIBALTA IL COPIONE

Recanati c5 - Montelupone c5

 

I NUMERI

 

Nella scorsa giornata avevamo parlato di fattore campo violato con un gran numero di successi in trasferta. Questa volta, invece, come spesso accade nel campionato di Serie C1 il copione si ribalta. Nessun pareggio, sei successi interni e una sola imposizione lontana dalle mura amiche (quella della Trillini Auto Jesi sul campo del Pianaccio). Tutte le squadre vanno in gol e il massimo scarto viene fatto registrare in Futsal Potenza Picena – Ostrense 13-1. Proprio in questa partita va in scena l’exploit di Carlo Coppari che, con sette gol realizzati, balza in testa alla classifica marcatori con 21 reti. Dietro di lui, a quota 17, c’è la coppia Paolo Nespola (Olympia Fano) – Facundo di Iorio (Recanati C5). A 16 Alex Ricci del Montelupone.

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

 

Continua la risalita in classifica della Trecolli Montesicuro. Bilò e soci superano, tra le mura amiche, un ostico Real San Giorgio che vende carissima la propria pelle prima di arrendersi ai più quotati anconetani. Nicolò Belleggia, con un poker di pregevole fattura, tenta di impedire il successo dorico che alla fine, tuttavia, si materializzerà con il punteggio di 5-4. A griffarlo, puntualmente, le doppiette di Francesco Ciavattini e Renato Giordano e l’immancabile timbro di Lorenzo Di Placido. I playoff sono di nuovo nel mirino della Trecolli, tutte le avversarie sono avvisate.

 

Chi blinda il proprio terzo posto è l’Olympia Fano, realtà sempre più consolidata di questo campionato. Serviva un esame importante per trasferire lo stato di sorpresa a quello di certezza, e questo esame è arrivato. A certificarlo è stato il Castrum Lauri, degno avversario di una partita divertente e spettacolare. Il 7-5 dei granata, dopo un primo tempo in svantaggio, arriva con la tripletta di Farabini, la doppietta di capitan Nespola e i gol di Chiappori e Di Maggio. Da applausi, in ogni caso, la prova della formazione ospite a cui non è bastata la vena realizzativa dei soliti Serantoni e Amadio.

 

Non si ferma l’avanzata del Recanati C5 vittorioso, tra le mura amiche, con il Montelupone. Il 5-2 inflitto dai leopardiani ai ragazzi guidati da Alfredo Macellari è l’ennesimo ostacolo superato per una squadra che ormai, senza beneficio del dubbio, viaggia per primeggiare in tutte le competizioni. Un doppio Carnevali, accompagnato sul tabellino da Cassisi, Di Iorio e Sabbatini, fa sì che mister Bargoni possa incamerare un’altra posta in palio che gli consente di guardare tutti da lassù. Sponda rosanero, c’è da salvare la bella risposta dopo il pesante KO con il Castrum Lauri con la classifica che parla sempre di playoff. Occhio a dicembre, movimenti in vista anche in casa Montelupone.

 

Il 13-1 di Futsal Potenza Picena – Ostrense, di fatto, racconta la partita da solo. Un match senza storia alcuna dove il fanalino di coda prova ad opporsi ai più quotati potentini ma non riesce nel suo compito. Il gol di Giacomo Pacenti salva bandiera e onore per i rossoblu in una giornata non facile da assorbire. A far la parte del leone ci ha pensato Carlo Coppari che, con sette gol realizzati, si è preso la vetta della classifica marcatori. In gol anche Di Matteo (tripletta), Monteferrante (doppietta) e Giacomo Gabbanelli. Il FPP continua a tallonare il Recanati aspettando un passo falso. La compagine di Paolo Perugini sta viaggiando a pieno ritmo e chissà che qualche rinforzo non possa ulteriormente migliorare un roster già interessantissimo?

 

A valanga anche la Dinamis di Michele Pennacchioni che piega 11-1 una Nuova Juventina largamente rimaneggiata. Per i falconaresi sono punti importanti in termini di classifica che consentano di risalire la china dalle sabbie mobili. Giacomo Carletti ne fa tre, Pellecchia e Qorri due e intorno timbrano il cartellino anche Pandolfi, Rahali, Viola e Quercetti. La Dinamis sale a quota nove, la Nuova Juventina si ferma a quota tre. Tutti piazzamenti interessanti da tenere in considerazione della lotta salvezza che quest’anno è quanto mai incerta e agguerrita. E Pieve d’Ico – Dinamis della prossima giornata è già molto indicativa in questo senso…

 

Di cuore, grinta e carattere la vittoria per 1-2 della Trillini Auto Jesi sul campo del Pianaccio. La Pieralisi band piazza un colpaccio nella tana di una delle squadre più in forma dell’intero campionato. A griffare il blitz ci hanno pensato Tittarelli e Bravi, giocatori che nel momento topico, quello del bisogno, sono sempre presenti. Inutile il gol nella ripresa di Gabriele Sabbatini che non è bastato ad evitare il KO interno ai ragazzi di San Michele al Fiume. Jesi alle porte della zona playoff, Pianaccio ancora fuori dai playout. Per entrambe quest’ultima parte prima della sosta potrebbe rivelarsi molto importante per i piani futuri.

 

Sempre in chiave salvezza arriva l’importantissima imposizione del Cerreto d’Esi sul Pieve d’Ico. Al Palacarifac i cerretani rifilano alla “Pieve” un 5-4 di importanza capitale che trascina la compagine guidata da Stefano Marchetti in piena lotta per non retrocedere. Meglio gli ospiti nella prima frazione, avanti 2-3 con Bertozzi, Garavani e Meliffi. Riscossa locale al rientro dagli spogliatoi, materializzata nelle reti di Smargiassi, Graziano e Stazi. Mister Amadei può godersi il successo e un po’ di respiro in classifica. Al momento gli squaletti sono fuori dalla zona playout ma questa Serie C1 cambia volto all’improvviso.

 

 

IL PROTAGONISTA

(Carlo Coppari)


 

 

LA SORPRESA

(Jesi)


 

 

Peppe Gallozzi