Serie C1: Analisi 6° giornata

LA BELLEZZA DEL BLITZ

Pieve d'Ico - Montesicuro Trecolli

 

I NUMERI


Va in archivio anche la sesta giornata del campionato di Serie C1, la massima espressione de Futsal regionale. Un solo pareggio, quello pirotecnico tra Ostrense e Cerreto d’Esi. Due vittorie casalinghe (Trillini Auto Jesi e Futsal Potenza Picena) e ben quattro successi esterni (Montesicuro Trecolli, Montelupone, Olympia Fano e Recanati) a testimonianza che nulla è come sembra in questo campionato con lo stesso fattore campo che può essere abilmente sovvertito. Guardando alla classifica marcatori prove di fuga per Alex Ricci (16 gol) seguito da Coppari, Nespola e DI Iorio con 12. Aspettando gli altri bomber della categoria che nell’ultimo turno si sono fatti sentire…

 

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA


Con le unghie e con i denti la Trillini Auto Jesi supera 2-1 il Castrum Lauri incamerando una posta in palio molto importante. Il fatto che i tre punti della formazione guidata da mister Pieralisi siano arrivati contro una compagine ostica come il Castrum, accresce le quotazioni dei leoncelli pronti a recitare un ruolo importante in stagione. Di Sassaroli e Bravi (sembra essersi sblocato il bomber biancorosso) le reti della vittoria a render vano il gol del solito Serantoni. Sempre parlando di bomber…

 

Fuochi d’artificio, gol ed emozioni in Ostrense – Cerreto d’Esi terminata 7-7. I rossoblu di mister Ravoni conquistano il primo punto del loro campionato e recriminano per una vittoria che avrebbe anche potuto starci. La tripletta di Luzi e la doppietta di Pacenti illudono il pubblico di casa che deve fare i conti con i sempre prolifici squali viola. Simone Di Ronza e Pasquale Lo Muzio, come di consueto, giocano ad alti livelli ma nemmeno sponda ospiti arrivano i tre punti. Il pareggio, sostanzialmente, accontenta entrambi ma analizzandolo successivamente lascia aperte tante riflessioni, e tanti rimpianti.

 

Nei momenti di difficoltà si vedono le grandi squadre. La Trecolli Montesicuro, reduce da tre sconfitte consecutive, si rialza, si ritrova e sbanca la tana del Pieve d’Ico con un roboante 7-9. Nella vittoria c’è innegabilmente il marchio del rientrante Lorenzo di Placido autore di cinque gol e una serie innumerevoli di giocate che hanno mandato in tilt la retroguardia locale. Per la Pieve non sono sufficienti i soliti gol di Meliffi perché sulla sua strada trova una Trecolli arcigna e determinata a recuperare terreno. Tra i marcatori anche il player manager Davide Bilò, il sempre affidabile Ciavattini e Renato Giordano.

 

Continua a restare in scia del Recanati il Futsal Potenza Picena. La truppa di Paolo Perugini piega in casa il Pianaccio, avversario scomodo e scorbutico come ha già ampiamente dimostrato, e raggiunge quota quindici in campionato. Nel 5-3 del Palaorselli c’è la doppietta di Marco Gabbanelli, ennesima scommessa vinta dal tecnico anconetano, ma ci sono anche le reti di Monteferrante, Di Matteo e Gabbanelli Giacomo. Tutti giocatori, ognuno con la sua storia, che stanno rendendo al meglio in questo inizio di stagione. Per gli ospiti resta comunque l’ottima prestazione a conferma che la strada intrapresa è comunque quella giusta.

 

Il capolavoro di Alfredo Macellari, il suo Montelupone, scrive un altro capitolo entusiasmante. I rosanero, lottando e combattendo, fanno registrare un importantissimo 4-5 sul campo del Real San Giorgio stabilizzandosi al terzo posto. La tripletta di Ricci è l’eredità migliore da portarsi a casa per continuare a sperare in un futuro radioso. Parlando dei sangiorgesi di mister Vecchiola si può dire che la sconfitta non premia impegno e caparbietà messi al cospetto di una delle compagini più in forma del momento. Il giovane De Carlonis, classe 1996 e prodotto del vivaio, cresce sempre di più e presto il suo contributo potrebbe rendersi determinante.

 

Colpaccio dell’Olympia Fano che ormai, giornata dopo giornata, perde sempre di più i connotati di sorpresa per vestire quelli della certezza. Dalla tripletta di Paolo Nespola fino alle prestazioni individuali di Chiappori e Di Maggio. Il tutto sotto la sapiente regia di mister Rosati. Il 3-5 arrivato al Palabadiali, sponda Dinamis, passa soprattutto da questi particolari e si tramuta in un match giocato con intelligenza e ardore nei momenti chiave. I falconaresi di mister Pennacchioni, dal canto loro, pagano il passivo di 0-4 prima e di 1-5 poi, non riuscendo a rimettersi in carreggiata con le reti di Viola, Ioio e De Capua.

 

Tutto facile per la capolista Recanati a valanga sulla malcapitata Nuova Juventina. 2-11 il risultato finale che lancia ancor più in alto i leopardiani consentendogli un’altra settimana da primi, solitari, della classe. Non fanno più notizia i gol di Cassisi, Di Iorio e Mancini (abituè del tabellino dei marcatori). Strappa appalusi a scena aperta, invece, la cinquina di Andrè De Sousa talento assoluto per la categoria. “Flash” dimostra, stagione dopo stagione, di meritarsi la fama di top player cercando di riprendersi quanto prima la scena nazionale. Per la Juventina in gol Marzetti e De Melo.

 

 

LA SORPRESA

(Ostrense)


 

IL PROTAGONISTA

(Lorenzo Di Placido)



 

 

Peppe Gallozzi