Serie C1: Analisi 22° giornata

 

VERSO L’INCORONAZIONE

Campocavallo e Pianaccio all'ingresso in campo

Cagli aspetta la festa. Adesso è veramente tutto pronto. Nel prossimo match casalingo contro il Futsal Pesaro una vittoria o un pareggio (o una sconfitta con conseguente non vittoria del Grottaccia a Montelupone) consentirebbero agli orange di festeggiare la promozione in Serie B con tre giornate d’anticipo dopo un campionato condotto sempre da primi della classe. Nell’ultimo turno due le note che saltano all’occhio. Tanti pareggi (sintomo del grande equilibrio che regna in questo momento) e nessuna vittoria esterna (il fortino casalingo diventa fondamentale a questo punto della stagione). Cinque punti tra la Futsal Pesaro quarta in classifica e il Futsal Potenza Picena quintultimo. Nove lunghezze tra il Grottaccia secondo e il Castrum Lauri quinto in chiave playoff. I temi di questo campionato sono ancora apertissimi e lasciano aperto ogni esito possibile. Continua il testa a testa anche in classifica marcatori. Al momento guida Banchetti con 39 goal. Tallona Maggioli con 38.

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

Un buon pareggio per il Futsal Potenza Picena sul campo del Fano C5 nell’esordio del Lanari-Bis in panchina. Entrambe le formazioni dovevano far fronte a diverse assenze ma la partita è stata comunque gradevole nonostante lo 0-0. Merito del punteggio va dato ai reparti difensivi che hanno disputato una gara attenta e senza particolari sbavature. Per i granata nulla di compromesso in zona playoff con la banda Ferri che continuerà a giocarsi le sue carte. Sponda FPP le prossime partite potranno rappresentare moltissimo in chiave salvezza diretta, obiettivo che questa formazione vuole assolutamente centrare.

 

Tutto facile per il Grottaccia di Marco Vagnarelli vittorioso con un netto 3-0 ai danni della Nuova Juventina. I montegranaresi non riescono nell’impresa di portarsi via punti da uno dei campi più difficili della categoria, rimanendo così in terzultima posizione a quota ventitre punti. La truppa cingolana, dal canto suo, sta facendo di tutto per incrementare il proprio vantaggio rispetto alle inseguitrici così da conquistarsi qualche beneficio in più in chiave playoff e provare, fino alla fine, ad evitare almeno un turno per il discorso dei dieci punti. A griffare il successo una doppietta del sovrano dei bomber Joele Banchetti e una rete di Giacomo Pasqui.

 

Il Cagli di Gago Giommi prenota la festa in casa, tra le mura amiche, andando a pareggiare 2-2 sul difficilissimo campo di Pieve d’Ico. In quello che poteva considerarsi un derby molto sentito da ambedue le parti non esce un vincitore ma ne beneficia comunque lo spettacolo. Tante occasioni, quattro reti e la volontà da parte delle contendenti di prendersi l’intero bottino dall’inizio alla fine. Nella prima frazione sono gli orange a scattare in avanti con i guizzi di Bucci e Maggioli, pareggiati momentaneamente dal portiere goleador Bonci. Nel secondo tempo Bertozzi e compagni aumentano i ritmi e mettono alla corde la capolista fino a trovare, con merito, il pareggio firmato Paolillo.

 

Stesso punteggio di 2-2 anche in Audax S.Angelo – Sporting Grottammare con i primi che sprecano l’occasione di conquistare punti preziosi in chiave salvezza al cospetto, va detto, di un fanalino di coda tutt’altro che arreso. Nonostante i sei punti di ritardo dal penultimo posto, i biancorossi di Antimani partono fortissimo portandosi sullo 0-2 grazie a Pasquali e Deogratias, con quest’ultimo tra i più prolifici nelle ultime giornate. Ad evitare il capitombolo ai senigalliesi, permettendo comunque di muovere la graduatoria, ci hanno pensato Olivi e Liberati due bomber ai quali mister Petrolati vuole affidarsi nel delicato finale di stagione.

 

Vittoria d’importanza capitale per il Castrum Lauri sullo Jesi C5 in una gara tesissima fino all’ultimo secondo di gara, e anche oltre. Una rete di Amadio regala alla formazione guidata da Mauro Broda tre punti di platino per allontanarsi dalle zone calde e sbarcare, momentaneamente, in zona playoff. Incredibile quanto accaduto negli ultimi trenta secondi di gara quando, a seguito di un tiro libero fallito da Genangeli, un colpo proibito al volto rifilato dal portiere di casa allo stesso capitano jesino non è stato sanzionato in alcun modo dai direttori di gara aprendo la strada all’infuocato dopo partita in cui fortunatamente non ci sono state conseguenze.

 

Tutto facile per il Campocavallo che supera 6-0 il malcapitato Pianaccio, incappato in una delle peggiori prestazioni del campionato. Agli osimani riesce praticamente tutto con il match in discesa già nella prima frazione. Il 3-0 dell’intervallo, griffato Violini, Lausdei e Monteferrante è l’immagine di una gara praticamente a senso unico dove la formazione ospite non riesce quasi mai a rendersi pericolosa dalle parti di Angelelli. Nella ripresa Violini, doppietta per lui, Luchetti e un’autorete arrotondano il punteggio e traghettano i biancoazzurri fuori dalle sabbie mobili che invece si fanno sempre più profonde per i ragazzi di San Michele al Fiume. Occhio, tuttavia, a darli per morti. L’orgoglio del Pianaccio potrebbe emergere proprio in queste circostanze.

 

Chiude il programma il 7-3 con cui la Futsal Pesaro archivia l’esame Montelupone nell’insolito posticipo di lunedì sera. I rossiniani sfruttano le assenze dei dirimpettai per condurre la gara senza patemi, con il 5-0 del primo tempo a conferma di quanto detto. La vittoria fa sì che Messina e i suoi ragazzi possano continuare a gravitare in zona spareggi seppur distanziati rispetto a Fano e Grottaccia che precedono. Sugli scudi Cuomo e Zavoli, autori entrambi di due goal. Sponda Montelupone tante le assenze per mister Bussolotti che deve conquistare ancora qualche punto per considerarsi definitivamente tranquillo.

 

IL PROTAGONISTA

(Michele Violini)

LA SORPRESA

(Futsal Pesaro)

 

I PRONOSTICI DEL GALLO

Futsal Potenza Picena – Castrum Lauri 1

Montelupone – Grottaccia X

Jesi – Pieve d’Ico 1

Sporting Grottammare – Campocavallo 2

Pianaccio – Fano 2

Nuova Juventina – Audax S.Angelo X

Cagli – Futsal Pesaro 1

 

Peppe Gallozzi