Serie C1: Analisi 19° giornata

 

L’ULTIMO OSTACOLO

Castrum Lauri e Grottaccia in campo

I NUMERI

Sarà Grottaccia – Cagli, seconda contro prima, il big match della prossima giornata. La partita del Palaquaresima ha il sapore dell’ultimo ostacolo per gli orange quasi a voler legittimare una supremazia totale fino a questo momento. Una sfida più morale che pratica visti i quattordici punti che separano le due squadre e non permettono di effettuare alcun tipo di analisi pragmatica sul campionato. Intanto, nell’ultimo turno, un solo pareggio (quello pirotecnico di Futsal Pesaro – Pieve d’Ico) e tre vittorie esterne ad opera di Campocavallo, Fano e Grottaccia. Nessuna casella zero sui goal realizzati e classifica marcatori che vede il sorpasso di Joele Banchetti su Luca Maggioli. Ora è il cingolano a guidare con 36 reti, una in più rispetto al collega che ha guidato in testa fin dall’inizio del campionato. Per la terza piazza, al momento, è testa a testa Serantoni (22) e Favetti (21).

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

Vittoria convincente per il Futsal Potenza Picena che dinanzi al proprio pubblico piega 4-2 l’Audax S.Angelo lasciandosi alle spalle la pesante sconfitta di Cingoli. Dopo il vantaggio di Massacesi arrivato sugli sviluppi di un perfetto schema da calcio d’angolo, l’Audax ha pareggiato e ribaltato il punteggio a cavallo di primo e secondo tempo grazie a Semproni e Bikai. Per allungare la marcia dei giallorossi padroni di casa sono serviti un goal di Gabbanelli, bravo a spostarsi sull’out di sinistra e trafiggere il portiere avversario, e una doppietta di Cassaro con la seconda marcatura di pregevolissima fattura.

 

Sorride il Campocavallo al termine di un’autentica battaglia sportiva con lo Jesi e si prende, seppur parziale, la sua rivincita della finale di Coppa Marche persa al Palascherma. Gli osimani di Andrea Pizzichini sbancano 1-2 la Palestra Carbonari sfruttando un goal per tempo del ritrovato Michele Violini. Tre punti molto importanti arrivati peraltro in rimonta dopo il momentaneo vantaggio locale messo a segno da Bartolucci. Tante proteste nella prima frazione da parte dei leoncelli per un rigore, apparso netto ai più, non concesso dai direttori di gara per via di un fallo commesso da capitan Censori.

 

Venerdì di gloria, goal e contenuti in Montelupone – Sporting Grottammare. Con il 6-1 i rosanero si riaffacciano alle porte dei playoff esaltandosi con la tripletta di Rudy Bacaloni e con la doppietta del principe Alessandro Giordano. Il sesto goal è del giovane Baldassari su calcio di rigore la cui esecuzione gli era stata affidata dallo stesso Giordano prima della battuta. Per gli avversari la classifica si fa veramente dura ma c’è da giurare che la truppa di Antimani venderà carissima la pelle fino alla fine del campionato. La rete dell’orgoglio porta la firma di Deogratias ed è la prima pietra da cui ripartire per le prossime gare.

 

Chi prosegue nella sua risalita è il Fano di Checco Ferri vittorioso con un rotondissimo 3-11 sul campo della Nuova Juventina. I granata, a detta di tanti, sono tra le formazioni più in forma del torneo e non perdono occasione per darne dimostrazione alle avversarie. Nella goleada montegranarese spiccano le triplette perentorie di Nespola (capitano e simbolo di questa riscossa), Bucci e Chiappori elementi imprescindibili dello scacchiere fanese. Sul tabellino anche Fabbroni e Solazzi, altri luogotenenti di mister Ferri. Per i padroni di casa una serata da dimenticare in fretta e furia dove il passivo è stato ridotto dai goal di Ramundo (2) e Catini.

 

Batti e ribatti continuo e perpetuo in Futsal Pesaro – Pieve d’Ico con il 6-6 che rispecchia fedelmente quanto fatto vedere al pubblico presente. Le due formazioni non si risparmiano e quella che ne esce è una partita decisamente pirotecnica. Nei dieci marcatori della gara la parte del leone spetta a  Besmir Hysa autore di una tripletta da bomber autentico. Perfetto equilibrio nella prima frazione con il parziale di 2-2 poi nella ripresa arrivano ben quattro allunghi degli ospiti che vengono puntualmente ripresi dai padroni di casa. Il 6-6 definitivo porta la firma del portiere goleador Bonci, ancora una volta decisivo.

 

Stupisce tanti addetti ai lavori ed appassionati, soprattutto per le modalità, la vittoria esterna del Grottaccia sul campo del Castrum Lauri. La formazione di casa, apparsa in un buon momento nelle precedenti uscite, è crollata sotto i colpi della banda Vagnarelli che si è imposta con un rotondissimo 4-12. A fare letteralmente le parti dei leoni sono stati Joele Banchetti (nuovo capocannoniere del torneo con le cinque reti realizzate) e Mama Diop (poker che certifica tutto il suo valore anche in questa stagione). Lo stop dei padroni di casa è imprevisto nelle cifre ma tutto sommato contro un Grottaccia straripante come questo può starci. Purchè si riprenda la retta via, onde evitare brutte sorprese.

 

Alla ricerca dell’aritmetica, nella speranza che sia il prima possibile. E poi il Cagli potrà festeggiare un campionato condotto con la personalità e l’autorità della grande squadra. Dall’inizio fino ad ora. Con pieno merito. Nell’ultimo turno gli orange superano con un netto 8-2 il Pianaccio, ancora fermo al penultimo posto in classifica. Maggioli ne segna tre, Mochi due, Buroni anche questa volta timbra il cartellino, Bucci esulta ma gli applausi a scena aperta se li prende Cleri autore di uno splendido goal. Sponda ospite reti di Boni e Palazzini ma serve una scossa perché ora, la classifica, inizia a farsi dura.

 

IL PROTAGONISTA

(Paolo Nespola)

 

LA SORPRESA

(Grottaccia)

 

I PRONOSTICI DEL GALLO

Fano – Castrum Lauri 1

Futsal Pesaro – Jesi 1

Pieve d’Ico – Futsal Potenza Picena X

Audax S. Angelo – Montelupone 2

Grottaccia – Cagli 2

Pianaccio – Sporting Grottammare 1

Campocavallo – Nuova Juventina 1

 

 

Peppe Gallozzi