Serie C1: Analisi 17° giornata

 

SPETTACOLO IN ZONA PLAYOFF

Esulta il Potenza Picena

I NUMERI

Saremo ripetitivi, lo diciamo in anticipo, ma la domanda è sempre la stessa. Quando assumerà una precisa fisionomia la classifica di Serie C1? Siamo a febbraio e ancora il totale equilibrio regna sul massimo campionato regionale. Il Cagli vola via e si prepara alla cavalcata trionfale con quattordici punti di vantaggio sulla prima delle inseguitrici. Il Grottaccia, seconda forza del campionato, è distante quattro lunghezze dal sesto posto e nove dalla zona playout. Una graduatoria più attaccata di così era veramente impossibile da prevedere. E non mancano goal e sorprese, neanche nell’ultimo turno. Fatto eccezione per il blitz del Fano a Montelupone e il pareggio tra Jesi e Grottammare è stato perfettamente rispettato il fattore campo con cinque successi casalinghi. Prosegue il testa a testa serrato in classifica marcatori dove Maggioli (32) precede ancora Banchetti (30). In terza posizione Serantoni (21).

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

Di abbandonare la quota playoff non ci pensa proprio il Fano di Checco Ferri che, recuperati diversi effettivi, ha tutte le carte in regola per recitare un ruolo importante da qui alla fine. La vittoria esterna per 2-3 sul campo del Montelupone ha i connotati di un esame di maturità superato con il massimo dei voti, al cospetto di un avversario sempre temibile da affrontare. Dopo il vantaggio nella prima frazione del gigante Stefano Chiappori, le reti di Enrico Di Maggio e Simone d’Andrea nella ripresa non solo rendono vani gli scatti d’orgoglio locale timbrati Ricci e Giordano ma permettono ai granata di incamerare una posta in palio che vale il quinto, ambitissimo, posto in graduatoria.

 

In un fine settimana lunghissimo ed intensissimo, dove alla guida del Potenza Picena è stato ufficializzato dalla società Raffaele Virgini e dove Giacomo Cassaro è stato reintegrato dopo essere stato precedentemente messo fuori rosa, i giallorossi liquidano 3-0 il Pianaccio gettandosi alle spalle il KO di Osimo sponda Campocavallo. Con Gabbanelli squalificato tocca al solito Gattafoni prendersi la squadra sulle spalle e mettere il match in discesa con il goal dell’1-0. Gli ospiti provano a reagire ma la fortuna non è dalla loro. Un’autorete prima dell’intervallo e il 3-0 messo a segno da Andrea Diomedi blindano il successo e riproiettano nuovamente il FPP fuori dalle sabbie mobili della classifica. Sabbie mobili dove resta invece la truppa di Luca Dominici, bloccata al penultimo posto.

 

Emozioni e colpi di scena in Jesi – Sporting Grottammare terminata 4-4. Il pareggio, di fatto, non soddisfa nessuna delle due squadre perché allontana i leoncelli dalla zona playoff e tiene ancorati all’ultimo posto i biancorossi di mister Antimani nonostante una bellissima prova in casa dei campioni di Coppa. Langiotti e Di Berardino mandano subito avanti gli ospiti ma vengono stoppati, sempre nel primo tempo, da una doppietta della certezza Tittarelli. Al rientro dagli spogliatoi è Orefice, arrivato nel mercato di dicembre, a firmare il 2-3 prima del nuovo pari locale griffato da Bartolucci. Trillini sembra completare il sorpasso in favore della banda Pieralisi ma il punto finale sulla partita è quello di Langiotti che certifica il 4-4 definitivo.

 

Nulla può un giovanissimo Audax S.Angelo, orfano anche di Carlo Conti, sul campo di uno scatenato Pieve d’Ico. Quando la Pieve sfodera prestazioni di questa portata diventa difficile per tutti starle dietro e il 7-2 è una diretta conseguenza di quanto maturato nel rettangolo di gioco. Il parziale di 4-1 fa sì che i padroni di casa possano mettere anzi tempo in freezer il bottino per poi, con personalità, legittimarlo nella ripresa. Le doppiette di Garavani e Marchetti unite alle marcature singole di Bonci, Meliffi e Amato consolidano il terzo posto in classifica nella speranza di trovare quanto prima quella continuità tra casa e trasferta ricercata da inizio anno. Per i senigalliesi le reti sono state realizzate da Bikai e De Tullio.

 

Un rimaneggiatissimo Campocavallo fa quel che può in casa del Castrum Lauri ma alla fine esce sconfitto con il punteggio di 4-1. Merito anche e soprattutto dei padroni di casa capaci di difendersi quando richiesto e piazzare l’allungo decisivo nel momento determinante della partita. Amadio sigla l’1-0 nel primo tempo poi, nei restanti trenta minuti, gli ospiti hanno più volte la palla del pareggio ma trovano un Iacoponi in giornata super. Serantoni allunga, un’autorete ridà vigore ai ragazzi di Pizzichini prima dell’espulsione di capitan Censori, che taglia letteralmente gambe e morale. Amadio ed Emanuele Salvi ne approfittano realizzando terza e quarta rete per il 4-1 finale.

 

Fuga, nuovo allungo, sprint. Chiamatelo come volete. Quel che è certo è che ormai il Cagli vola sempre più in solitaria in vetta alla classifica distanziando di quattordici punti la seconda della classe. Tutto questo per via del successo per 8-5 ai danni di una Nuova Juventina orgogliosa e propositiva in grado di mettere in campo le sue armi dall’inizio alla fine della partita. Il risultato non premia Favetti e soci ma gli da la consapevolezza di potersela giocare contro qualsiasi avversaria. Spiccano, per gli orange, le doppiette di Maggioli, Orlandi e Cirillo. Immancabile la rete di Buroni e da segnalare un altro sigillo per Mochi (eccezionale il suo rendimento fino a questo momento). Per i montegranaresi la tripletta di Mancinelli e la doppietta di Marzetti sono le note più liete, soprattutto guardando ai prossimi mesi.

 

Spettacolare il posticipo del lunedì che ha visto il Futsal Pesaro superare 5-3 il Grottaccia al termine di una delle partite più pazze dell’intero campionato. Nel primo tempo c’è una sola squadra in campo ed è quella di Marco Vagnarelli capace di rientrare negli spogliatoi sul punteggio di 0-3 grazie alle reti di Leo Fufi, Calvisi e del bomber Banchetti. Nella ripresa, tuttavia, la banda Messina si scuote, si ritrova e rifila cinque schiaffoni ai dirimpettai tali da ribaltare completamente l’esito della contesa. A finire sul tabellino dei marcatori di una serata magica ed indimenticabile per certi versi sono Baldelli (doppietta), Alessandrini, Vagnini e Cuomo. I rossiniani hanno tutte le carte in regola per sognare fino alla fine perché partite del genere, se colte, sono in grado di donare una marcia in più.

 

IL PROTAGONISTA

(Giacomo Giommi)

LA SORPRESA

(Futsal Pesaro)

 

I PRONOSTICI DEL GALLO

(score precedente 3/7)

Futsal Pesaro – Castrum Lauri 1

Fano – Pieve d’Ico X

Grottaccia – Futsal Potenza Picena 1

Audax S.Angelo – Jesi X

Pianaccio – Montelupone 2

Sporting Grottammare – Nuova Juventina 2

Campocavallo – Cagli 2

 

Peppe Gallozzi