Serie C1: Analisi 16° giornata

 

SUL FILO DEL RASOIO

Grottaccia e Pieve d'Ico in campo

I NUMERI

Tantissimo equilibrio, tantissime gare risolte da risultati di “misura”, tantissima incertezza su come andrà a finire. La Serie C1 2018-2019 è ancora dominato dall’incertezza e, se dall’alto il Cagli sembra guardare da distante tutte le altre formazioni, per le restanti posizioni e relativi piazzamenti tutto può ancora accadere. Un solo pareggio nell’ultimo turno (Pianaccio – Jesi), e due vittorie esterne operate da Cagli e Montelupone. In tutti gli altri casi viene pienamente rispettato il fattore campo, determinante in certe occasioni. A secco di reti solo il Futsal Pesaro mentre, il miglior score di giornata, lo fa registrare il 4-7 di Nuova Juventina – Montelupone. Banchetti del Grottaccia (29 reti), in classifica marcatori, si avvicina ancora a Maggioli (30 reti) del Cagli candidandosi ad un duello entusiasmante parallelamente al campionato.

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

Se lo aggiudica il Fano C5 il derby del Metauro con la Futsal Pesaro. La partita rispecchia perfettamente le attese della vigilia con le due formazioni a giocarsela fino all’ultimo minuto e una gara, emozionante, conclusa solamente nel momento del triplice fischio finale. La spuntano i ragazzi di Checco Ferri, a scapito della truppa di mister Messina, piombando prepotentemente in zona playoff. Le reti del 2-0 portano firme importanti. La prima è di Davide Leone, classe 1998 che continua il suo personale magic moment in zona gol. La seconda del rientrante Michele Sabatinelli che festeggia con un abbraccio, dopo la sua punizione, sentito e voluto con tutti i suoi compagni.

 

Cuore e carattere l’Audax S.Angelo di Diego Petrolati che, nel calore della mura amiche, supera 3-2 il Castrum Lauri in un'altra partita ricca di emozioni. E pensare che nella prima frazione erano stati gli ospiti a dettare le trame, andando meritatamente al riposo sullo 0-1 grazie al goal di Paolella. Nella ripresa la reazione senigalliese, la reazione di una squadra che non vuole saperne di alzare bandiera bianca ed è pronta a battagliare da qui alla fine del campionato. Segnano in successione Pierfederici, capitan Benigni e il gioiello Liberati. A nulla serve la rete di Morganti se non a fare aumentare i rimpianti in casa Castrum. Termina 3-2 con i giallorossi ad esultare con la propria gente.

 

L’unico pareggio di giornata è quello tra Pianaccio e Jesi dove le emozioni avvengono tutte nella ripresa. Dopo una prima frazione segnata dal grande equilibrio al rientro dagli spogliatoi le squadre danno un’accelerata la proprio ritmo, facendone beneficiare lo spettacolo. Dopo il vantaggio del solito Genangeli, l’operazione sorpasso dei locali va in porto grazie ai guizzi di Barbadoro e Rossi. L’uno due micidiale non vale, tuttavia, una posta in palio preziosissima perché Bartolucci fa 2-2 strozzando così l’urlo in gola a Dominici e i suoi ragazzi relegandoli al penultimo posto in graduatoria.

 

Prova a prendere il largo, tra le normali di questo campionato, il Grottaccia di Marco Vagnarelli. La compagine cingolana supera 3-2 il Pieve d’Ico e allunga a più quattro punti proprio sulla “Pieve”, ancora terza in classifica. Un match molto particolare, per palati fini, dove non sono mancati tanti spunti degni di nota. Il vantaggio del panzer Elia Ghiselli è reso vano, nel secondo tempo dai puntuali squilli di Diop e Banchetti, habituè del tabellino marcatori. Calvisi, giovane da tener d’occhio ex Moscosi, piazza la terza rete allungando poco prima del definitivo 3-2 messo a segno da Garavani. Il Grottaccia c’è.

 

In una delle trasferte più lunghe dell’intero torneo, la capolista Cagli piazza il blitz piegando un eroico Sporting Grottammare nel più classico dei testa coda. La formazione di casa, incurante della classifica e dei punti di differenza, gioca a totale viso aperto contro gli orange mettendoli in difficoltà per ampi tratti del match. Pasquali e Cleri griffano la prima frazione. Orefice illude i locali ad inizio ripresa prima del pareggio di Barzotti e dell’eurogol di Mochi. Antimani ordina il quinto di movimento, Mazzanti recupera palla e fa 2-4 permettendo a mister Giommi di tirare un sospiro di sollievo in una giornata dove i cannonieri Maggioli e Buroni non potevano essere schierati.

 

Doveva riscattarsi dopo il pesantissimo KO di Jesi il Montelupone C5. Riscatto c’è stato, puntuale e perentorio sul campo della Nuova Juventina, avversario come sempre molto ostico e difficile da affrontare. Nel pirotecnico 4-7 di Montegranaro c’è tutto. La tripletta di un immortale Cleverson Favetti. Il poker di un Alessandro Giordano versione trascinatore. La doppietta di un ritrovato Marco Ricci, arma in più per i suoi. E le reti, puntuali, di capitan Catini da una parte e Rudy Bacaloni dall’altra elementi imprescindibili dei rispettivi scacchieri. Tre punti che pesano come un macigno per i rosanero che ora devono dare continuità ai propri risultati.

 

Non sono mancate le palpitazioni, come prevedibile, nel match del sabato tra Campocavallo e Potenza Picena. La posta in palio pesantissima ha contribuito ad una gara dall’alto contenuto emozionale, farcita anche da due espulsioni eccellenti come quelle di Mulinari e Gabbanelli. Osimani in vantaggio nel primo tempo con Monteferrante, bravo a recuperare palla e depositare in fondo al sacco. Nella ripresa, proprio in occasione della doppia espulsione, viene assegnato un tiro libero ai locali che Gravina puntualmente realizza. Ripresa del gioco e superiorità Potenza Picena con il pupo Cassaro a sfruttarla al meglio e rimettere in gara ai suoi. Nel finale è forcing giallorosso, difesa strenua cavallara e al triplice fischio l’esultanza è quella di Andrea Pizzichini e la sua banda.

 

IL PROTAGONISTA

(Alessandro Giordano)

LA SORPRESA

(Fano C5)

 

I PRONOSTICI DEL GALLO

(score precedente 3 su 7)

Pieve d’Ico –Audax S.Angelo 1

Montelupone – Fano 1

Futsal Potenza Picena – Pianaccio 1

Jesi – Grottammare 1

Castrum Lauri – Campocavallo X

Cagli – Nuova Juventina 1

Futsal Pesaro – Grottaccia 2

 

 

Peppe Gallozzi