Serie C1: Analisi 9° giornata

IL VUOTO ALLE SPALLE

I NUMERI

Nove punti di distacco alla nona giornata. Era da tempo che non si vedeva una marcia così in Serie C1. Merito da una parte del Cagli capolista, dall’altro del grande equilibrio che domina alle sue spalle. Giusto per darvi un’idea tra il Campocavallo ultimo in classifica e il Futsal Potenza Picena secondo ci sono solo sei punti. Roba da fantascienza. Un solo pareggio nell’ultimo turno (Nuova Juventina e Grottaccia) mentre sono due le vittorie esterne, targate Fano e Futsal Pesaro. Anche in classifica marcatori, così come in quella generale, c’è un solco profondo. Luca Maggioli (Cagli), quota 22 reti, precede di gran lunga Filippo Gattafoni (Potenza Picena) autore di 13 centri, ma il bomber giallorosso è in continua crescita e chissà che in futuro non possa provare ad insidiare il primato del “Maggio”.

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

 

Che blitz per il Fano C5. I granata di mister Ferri sbancano un campo difficilissimo come il PalaOrselli e si prendono lo scalpo prestigioso del Futsal Potenza Picena. Una partita di difficilissima lettura che al grande equilibrio del primo tempo (0-0 il parziale) ha fatto seguire un secondo tempo scoppiettante. Doppio Gattafoni a proiettare sul 2-0 i padroni di casa prima dell’harakiri favorito anche, e soprattutto, dal grande cuore degli ospiti. I granata, spinti dalle reti di D’Andrea (doppietta), Nespola e Di Maggio sono riusciti a scrollarsi di dosso i dirimpettai fino a trionfare con il punteggio di 2-4.

 

Autoritario lo Jesi C5 tra le mura amiche. I leoncelli, apparsi in crescita sia sotto il piano del gioco che su quello della mentalità, si impongono 2-0 ai danni del Castrum Lauri orfano di Jacopo Serantoni, ma con un Fabio Salvi in più nel motore. Succede tutto nella ripresa quando i padroni di casa riescono ad alzare i ritmi e incunearsi con più facilità nella difesa avversaria. Il goal del vantaggio porta la firma di Bravi mentre il raddoppio è griffato da Bartolucci per una posta in palio che potrebbe valere tanto nel corso della stagione.

 

Inaspettato il tonfo casalingo del Montelupone. I rosanero di Davide Bussolotti rimediano un sonoro 1-6 dalla Futsal Pesaro che, nell’occasione, schiera tra i pali il cinquantaduenne Fabio Magi. Dopo l’1-0 messo a segno da Alessandro Giordano è un monologo rossiniano con la banda Messina che disputa probabilmente la più bella prestazione personale fino a questo momento. Due volte Baldelli e Hysa già prima dell’intervallo, Pieri e sempre Hysa (alla fine sarà una personalissima tripletta) nella ripresa confezionano un bottino prestigioso da riportare in terra amica per godersi il meritato terzo posto in graduatoria.

 

Continua il brutto momento del Campocavallo che scende, momentaneamente, all’ultimo posto in classifica. I ragazzi di mister Pizzichini vengono rispediti a casa a mani vuote dal Pianaccio che davanti al proprio pubblico si conferma formazione ostica per chiunque. L’Imperatore Dominici prepara benissimo la partita portandosi sopra 3-0 già nel primo tempo grazie a Palazzini, Barbadoro e Rossi. Nella ripresa, complice anche la scelta del quinto di movimento ospite, arrivano anche le marcature di Sabbatini, Mattioli e ancora Barbadoro per il 6-2 finale. Per gli osimani in goal Orlandoni (e un’autorete).

 

Pareggio divertente tra Nuova Juventina e Grottaccia. Il 3-3 di Montegranaro è forse figlio del match più frizzante della giornata che ha divertito, e non poco, il folto pubblico presente. La partenza è di tutta di marca locale con i guizzi di Mancinelli e Marzetti a mandare subito sul doppio vantaggio la Juventina. La reazione ospite è immediata e veemente. Due goal di Balestra e la marcatura di Leonardo Crescimbeni mandano addirittura le formazioni al riposo sul 2-3 in favore della banda Vagnarelli. Nella ripresa, tuttavia, il copione è ancora da ultimare con tantissimi colpi di scene e l’ultimo sussulto della partita porta la firma di Grasselli che sigilla il definitivo 3-3.

 

L’ennesimo esame superato dal Cagli capolista assume le sembianze del Pieve d’Ico. Nel 7-3 della Bombonera c’è tutta la forza di una squadra che allo stato attuale sembra avere la piena consapevolezza della sua forza. La tripletta di Luca Maggioli è una delle tante storie che sta raccontando questa formazione con il “Maggio” definitivamente pronto alla sua totale maturazione. A completare l’opera Bucci, Mochi, Orlandi e Buroni tutti elementi imprescindibili nello scacchiere orange. Per il Pieve non certo un sabato memorabile. Rimane da salvare il primo tempo dove Ghiselli e soci hanno giocato perfettamente alla pari della capolista.

 

Sorride nel posticipo del lunedì lo Sporting Grottammare che travolge con un roboante 7-1 l’Audax S.Angelo. Con questa vittoria i ragazzi guidati da Piero Antimani abbandonano il fondo della classifica e lanciano un messaggio a tutte le dirette concorrenti. La tripletta di Clementi, unita alle doppiette di Dudù Lini e Ricci, danno uno spaccato sul valore di alcuni elementi della rosa biancorossa che per la Serie C1 vanno più che bene. Sponda senigalliese una serata da dimenticare nella speranza di ritrovare il prima possibile la retta via.

 

 

IL PROTAGONISTA

(Besmir Hysa)


LA SORPRESA

(Fano C5)

 

 

I PRONOSTICI DEL GALLO

(score precedente 3/7)

 

Fano – Pianaccio 1

Grottaccia – Montelupone X

Pieve d’Ico – Jesi 1

Castrum Lauri – Potenza Picena X

Campocavallo – Sporting Grottammare 1

Audax S.Angelo – Nuova Juventina 1

Futsal Pesaro – Cagli X

 

 

Peppe Gallozzi