Serie C1: Analisi 3° giornata

MINIMO SCARTO, MASSIMA RESA

I NUMERI

Il titolo testimonia, in quattro parole, il leite motive della giornata. Punteggi attaccati, vittorie di misura, grande equilibrio tra le squadre in campo. Lo scarto maggiore è il 3-1 con cui lo Jesi si impone sul Pianaccio. Due pareggi, tra cui l’insolito e inaspettato 0-0 di Futsal Potenza Picena – Campocavallo. Una sola vittoria esterna, ancora della Nuova Juventina che ci sta abituato a questi blitz lontano dalle mura amiche. Gattafoni è ancora capocannoniere pur rimanendo a secco questa giornata ma vede avvicinarsi due bomber pericolosi come Bravi dello Jesi e Poggiaspalla del Futsal Pesaro.

 

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

Inaspettato, difficilmente pronosticabile e senza dubbio poco spettacolare il pareggio per 0-0 tra Futsal Potenza Picena e Campocavallo. In quello che poteva considerarsi il big match di giornata le due formazioni optano per un atteggiamento prudente, badando perlopiù a non perdere. Le occasioni si contano sulla punta delle dita e ciò che ne esce è una gara a tratti noiosa per il pubblico presente. Possono, in ogni caso, ritenersi soddisfatti i due allenatori che non perdono punti e terreno prezioso, confermandosi tra le realtà più solide e attrezzate del campionato.

 

Finalmente può iniziare a sorridere lo Jesi di Gabriele Pieralisi vittorioso, tra le mura amiche 3-1 sul Pianaccio dell’ “Imperatore” Luca Dominici. Un match frizzante sin dalle prime battute animato dall’esuberanza dei protagonisti in campo, vogliosi di centrare il risultato pieno. Accade tutto nei primi trenta minuti giocati molto più che a viso aperto. Genangeli e Bravi portano immediatamente i leoncelli sul doppio vantaggio. Gabriele Sabbatini accorcia in favore degli ospiti prima del nuovo allungo griffato Bartolucci. Nella ripresa i ragazzi di San Michele al Fiume provano in tutti i modi ad accorciare nuovamente il divario ma il muro difensivo locale regge alla perfezione. L’esultanza dopo il triplice fischio è la sintesi di una serata che ha il sapore della svolta per la compagine jesina.

 

Punto su punto, ribaltamenti e fuochi d’artificio, minuti palpitanti e un match vissuto dal primo all’ultimo secondo. Può essere riassunto così Montelupone C5 – Nuova Juventina, terminato 5-6 in favore dei montegranaresi. Primo tempo che termina in perfetta parità con la partenza razzo degli ospiti in goal con Mancinelli e Grasselli e la risposta ospite affidata al mago Canestrari e al principe Alessandro Giordano. Nel secondo tempo si gioca goal su goal, Mancinelli-Canestrari, Grasselli – Giordano e Cassaro – Corallini si alternano in perfetta sinfonia portando lo score sul 5-5. Tutto lascia presagire al pareggio, tutto ma non Elisio Marzetti. Il bomber senza tempo degli ospiti piazza una delle sue zampate e proietta i tre punti in direzione Montegranaro, tra i rimpianti dei padroni di casa.

 

Fa valere in pieno il fattore campo il Pieve d’Ico che venerdì scorso ha avuto ragione di un Grottaccia gagliardo e molto ben messo in campo. Nel 3-2 del Pieve c’è tutta la caparbietà di una formazione che dinanzi al pubblico amico ha storicamente una marcia in più, diventando incubo per gran parte delle avversarie. Sugli scudi il bomberissimo Elia Ghiselli, autore delle due reti del momentaneo 2-0.  Una sfortunata autorete e la folata del solito Joele Banchetti rimettono in carreggiata il Grottaccia prima di farlo capitolare sotto i colpi di Cimatti. Una vittoria che rilancia la banda Bertozzi facendola salire a quota quattro in graduatoria.

 

Vince il derby, con un pensiero rivolto alla scomparsa di Diego Ugolini, il Futsal Pesaro. I pesaresi, con in campo tanti ex compagni di Ugo, superano 3-2 il Fano C5 conquistando una posta in palio pesantissima per il proseguo della stagione. Dopo il vantaggio granata nel primo tempo messo a segno da Nespola al rientro dagli spogliatoi si scatena la vena realizzativa di Simone Poggiaspalla. Il bomber ex Città Futura Montecchio rifila tre schiaffoni agli avversari timbrando una tripletta di quelle da ricordare. A nulla serve, se non agli almanacchi, il definitivo 3-2 di Fabbroni che non impedisce il successo ai padroni di casa.

 

Un’altra formazione che fa dell’impianto casalingo un autentico fortino è chiaramente anche il Cagli. Gli orange di Gago Giommi si prendono, con non poche difficoltà, lo scalpo dello Sporting Grottammare compiendo un passo in avanti notevole in classifica. I protagonisti assoluti del 4-3 della Panichi-Pieretti sono Luca Maggioli e Kevin Buroni (doppietta per entrambi), due autentici simboli della compagine cagliese. Sponda ospite il lavoro di mister Antimani con un gruppo di giovani è tangibile e presto darà i suoi frutti. Intanto non resta che godersi le reti di Rastelli, Pasquali e Di Berardino.

 

A chiudere il programma di questo terza giornata il pareggio, con il punteggio di 2-2, tra Castrum Lauri e Audax S.Angelo. Le squadre guidate rispettivamente da Mauro Broda e Diego Petrolati danno vita ad un match vivo e vivace concluso con il giusto punteggio per quanto visto nel rettangolo di gioco. Un doppio Serantoni per i padroni di casa, la premiata ditta Benigni-Olivi per i senigalliesi hanno arricchito il tabellino dei marcatori di una gara che non ha voluto vincitori e vinti. Per entrambe un punto utile che da continuità e prepara con ottimismo al prossimo turno.

 

IL PROTAGONISTA

In copertina assoluta ci finisce Simone Poggiaspalla (nella foto ancora con la maglia del Montecchio) con le tre reti realizzate nel derby vinto dalla sua Futsal Pesaro contro il Fano C5. Il bomber biancorosso è uno dei più prolifici, da sempre, della Serie C1 e si candida con i suoi goal a portare in alto i suoi compagni. Mister Rosario Messina  lo ha reso ancor più duttile del passato impiegandolo, spesso, da laterale e addirittura in posizione di centrale. Le prestazioni sul campo sono frutto di duttilità e professionalità da campione che fanno di lui un autentico lusso per la categoria. TRASCINATORE

 

LA SORPRESA

Era fermo a zero punti lo Jesi C5 di Gabriele Pieralisi. I leoncelli si sono ritrovati in una serata chiave, con il Pianaccio, mostrando nuovamente brillantezza, consapevolezza e spettacolarità. Tutte le prerogative storiche del proprio allenatore, volto simbolo della formazione biancorossa. Con questo successo gli jesini abbandonano la casella zero della classifica e lanciano un segnale al torneo. Dove possono arrivare? Giocando così dovunque.

 

I PRONOSTICI DEL GALLO

(sfide come sempre attese nei commenti. 4/7 nell’ultimo turno perfetta parità con l’amico Senigallia)

Fano C5 – Montelupone 2

Audax S.Angelo – Pieve d’Ico 1

Grottaccia – Futsal Pesaro 1

Pianaccio – Futsal Potenza Picena X

Sporting Grottammare –Jesi 2

Nuova Juventina – Cagli 2

Campocavallo – Castrum Lauri 1

 

Peppe Gallozzi