Serie C1: la presentazione del campionato 2018-19

…BENTORNATO CAMPIONATO

Ci siamo.

Venerdì partirà il massimo torneo regionale.

Venerdì scatterà la Serie C1.

L’antipasto di Coppa Marche è stato già ampiamente digerito e i camerieri del Futsal marchigiano sono pronti a portarci il piatto più pregiato, quello del campionato. Una Serie C1 che in molti hanno definito “umana”, segnata dall’equilibrio e dall’indecisione. Tutte, ma proprio tutte, le formazioni appaiono pronte a voler sognare e nessuna, ma proprio nessuna, vuole rinunciare ad un posto al sole.

Le vediamo insieme, nel dettaglio, in questa prima tappa di un lungo viaggio che ci accompagnerà per tutto il campionato.

 

LE SQUADRE

Neopromossa con tanta voglia di stupire l’Audax S.Angelo. I ragazzi di Diego Petrolati, dopo il campionato vinto in rimonta lo scorso anno, vogliono continuare sulla strada tracciata e il calore del proprio pubblico può dargli un grande aiuto in questo senso. Riconfermati i pezzi pregiati come Conti, Benigni, Olivi e Camillini dal mercato sono arrivati giovani di buona prospettiva come Gianluca Serpicelli e Francesco De Tullio. Tra i pali ci sarà ancora l’estroso Stefano Bartolucci mentre si aspetta l’ok per poter schierare Daniele Valente. Volete un nome da segnarvi? Scrivetevi Lorenzo Liberati, interessantissimo pivot classe 1999 che lo scorso anno in Juniores ha fatto faville.

 

C’è chi dice che sarà l’outsider, e probabilmente non ha torto. Il Campocavallo non ha nessuna intenzione di recitare un ruolo da comparsa anche se, rispetto allo scorso anno, dovrà fare a meno del Principe Alessandro Giordano. Accanto alle certezze rappresentate da De Capua, Luchetti, Mulinari, Monteferrante e Orlandoni, la società ha collocato due “giovani già grandi” come Simone Gallozzi e Marco Gravina e due lupi del futsal che rispondono al nome di Michele Violini e Federico Lasudei. A mister Andrea Pizzichini e capitan Nico Censori il compito di assimilare questa truppa che, tra gli altri, avrà a disposizione anche un rientrante Michele Mobbili.

 

Chi vuol fare della solidità e dell’esperienza le sue armi migliori è senza dubbio il Castrum Lauri. Dopo aver raggiunto la salvezza proprio sul filo di lano lo scorso torneo, i maceratesi hanno deciso di alzare la propria asticella e gli arrivi di quest’estate confermano quanto detto. Alla corte di Mauro Broda ci saranno Riccardo Carpineti e Jacopo Serantoni con un bagaglio di Serie B pronto ad essere messo al servizio della squadra. Tanti ragazzi interessanti nel roster del Castrum e un giovanotto come Marco Pietracci che, in queste categorie, rappresenta una pepita.

 

Gruppo, spogliatoio e cuore granata. Le prerogative del Fano C5 sono, da anni, sempre le stesse. E ogni anno pagano perché, in quanto ad attaccamento e coesione, la banda fanese può far scuola a tantissime realtà. Bello vedere sempre più ragazzi del settore giovanile promossi in prima squadra dove siede, come di consueto, il direttore d’orchestra Checco Ferri. Accanto ai soliti nomi, quelli di Chiappori, Solazzi, Fabbroni e Warid tanto per citarne alcuni, ci sono tanti elementi pronti ad esplodere. Due potenziali scommesse, per motivi diversi tra loro, potrebbero essere Davide Leone e Michele Sabbatinelli.

 

L’imperatore Luca Dominici, un manipolo di baldi giovani che non hanno smesso di sognare e qualche elemento d’assoluta esperienza come D’Angelantonio e Boni. E’ questo il Pianaccio 2018-2019 che è sbarcato in Serie C1. I ragazzi di San Michele al Fiume sono pronti all’avventura nel massimo campionato regionale e, per ben figurare, hanno bisogno della definitiva esplosione dei tre moschettieri. Davide Ghetti, Matteo Barbadoro e Giacomo Sabatini rappresentano ad oggi le armi più importanti di questa squadra, ma analizzando la rosa non è escluso che questo possa essere il campionato di nuove rivelazioni a livello individuale.

 

Marco Vagnarelli, il “Vagna” del nostro futsal, è pronto a far correre il Grottaccia. La società di patron Tiziano Cimini ha scelto un nome che rappresenta ad oggi una garanzia per riportare i colori gialloblu ai piani alti del campionato. Gli acquisti più eclatanti dell’estate futsalistica sono rappresentati dalle riconferme di Joele Banchetti e Mamadou Diop, richiesti da mezze Marche comprese categorie superiori. Sono poi arrivati un paio di luogotenenti come Andrea Palma e Michele Calvisi che Vagnarelli conosce molto bene. Il resto è un gruppo solido e collaudato, con tanta voglia di riscatto. A Cingoli sono escluse passeggiate, gli avversari sono avvisati.

 

E quanto a campi caldi, il Pieve d’Ico non avrà nulla da invidiare ai propri avversari. Il player manager Samuele Bertozzi, oltre a contare su una tifoseria calda e presente come poche, ha allestito una squadra di prim’ordine destinata a far parlare di sé nel corso della stagione. Talozzi, Latessa e Paolillo sono già entrati negli schemi collaudati di un team che, da anni, può contare su giocatori di grande valore come Bonci, Cimatti e Meliffi. C’è poi, per quel che concerne il reparto offensivo, un certo Elia Ghiselli, uno che con l’allucinante bottino di settantacinque reti ha contribuito all’ultima promozione dello Sport360. Un incubo per le difese avversarie di qualunque serie e categoria.

 

Squadra che vince, che diverte, che fa bene non si cambia. E il Cagli non è cambiato, impreziosendosi se possibile. Davide Mazzanti e Nunzio Cirillo, giocatori con un passato nelle categorie nazionali, sono le classiche ciliegine su una torta pronta e matura per uscire dal forno. “GagoGiommi avrà ancora a disposizione i suoi fedeli scudieri Azalea, Bucci, Maggioli, Mochi, Orlandi, Pagliari e il bomber Buroni. Molti addetti ai lavori danno gli orange avanti alle avversarie, con un unico interrogativo, il rendimento fuori casa. Se lontano dalle mura amiche la squadra riuscirà a confermare gli standard casalinghi degli ultimi anni allora sì, diventerà ufficialmente grande e potrà sbarcare nel Futsal di Serie B.

 

Il principe Alessandro Giordano, il pupo Giacomo Cassaro, il mago Alessandro Canestrari. Tanti soprannomi nel Montelupone C5 di un rientrante, e carico, Davide Bussolotti. Ai nomi sopracitati, che si vanno ad aggiungere alla qualità dei già presenti Ricci, Bacaloni e dei due Rastelli, l’arduo compito di non spegnere il desiderio di gloria della società maceratese. Il percorso dei rosanero è ambizioso e lungimirante con il sogno, velato ma non troppo, di sbaragliare la concorrenza già in questa stagione. La Coppa con il Recanati grandi firme di Nicolino Rocchi ha mostrato una formazione gagliarda e pronta a vender cara la propria pelle. Sarà così? Quel che è certo è che si tratta di un’altra squadra da tenere sotto la lente per i piani alti.

 

Piero Antimani è chiamato ad un altro torneo di spessore con il suo Grottammare. La sua creatura sta crescendo stagione dopo stagione confermandosi tra le principali realtà regionali. Dopo i lunghi corteggiamenti estivi Alex Ricci ha scelto di vestire per un'altra stagione la casacca biancorossa. Non ha fatto la stessa scelta Mati Luchizola che ha deciso di cercare fortuna altrove. Ci sarà Dudu Lini, un altro che lo scorso anno ha impressionato per rendimento e quantità. Dal sud delle Marche fanno sapere di avere diverse cartucce in canna sconosciute ai più. Se così sarà il Grottammare, con un mister preparato come quello di cui dispone, potrebbe recitare un ruolo da mina vagante.

 

Chi può vantarsi di avere una rosa a disposizione di spessore, curriculum, prospettiva ed esperienza è il Futsal Potenza Picena. Il DS Consolani ha mosso tutte le pedine nel modo giusto è quello che ne è uscito è un mosaico tutto da scoprire. Lanari e Sarnari in fase difensiva, Massaccesi e Diomedi sulle ali e una coppia di pivot come Gabbanelli e Gattafoni danno una chiara immagine delle intenzioni giallorosse per questa stagione. In panchina riconfermato Massimiliano Sbacco. E’ prematuro parlare di obiettivi ma, senza dubbio, la compagine potentina a buste chiuse sembra tra le più accreditate a stare in cima senza dimenticare lo sforzo della società nella costruzione del settore giovanile. Che sia un primo passo per un futuro da grandi?

 

Sono giovani ma possono contare su un mostro sacro del futsal come Cleverson Favetti. La Nuova Juventina è tra le squadre ancora da decifrare della Serie C1. Perso qualche protagonista dell’ultima promozione dalla Serie C2, l’età media dei bianconeri è molto bassa ma non per questo sinonimo di poca qualità. Proprio l’imprevedibilità dei montegranaresi potrebbe essere un’arma a favore, specie nelle prime giornate di campionato. Doumi e Catini, classe 1998 entrambi, li conosciamo. Baleani, Corallini e Pecorari (nell’ultima stagione alla Tenax Castelfidardo U19) impareremo a conoscerli. E davanti c’è Elisio Marzetti, uno che di goal qualcosina se ne intende.

 

Nell’anno dell’Italservice C5 di Fulvio Colini, Pesaro è diventata un po’ la capitale del Futsal. Non vuole essere da meno la seconda squadra rossiniana, quel Futsal Pesaro che sotto la guida di Rosario Messina sta facendo passi da gigante. Gli arrivi di Bonci, Cuomo e Gennari oltre ad arricchire la colonia di ex PesaroFano fanno sì che la rosa biancorossa si sia impreziosita di elementi giovani ma già di grandissima esperienza. Nell’equilibrio totale che vige nella massima categoria regionale, quella pesarese è un’altra compagine che può emergere proprio per il fatto che sfrutta meccanismi già collaudati e una grande appartenenza territoriale.

 

Chiude, ma in modo del tutto casuale, lo Jesi C5. L’officina Pieralisi non vuole per nulla al mondo interrompere il suo infinito percorso di crescita. La formazione leoncella è tra le poche in grado di offrire un futsal gradevole abbinato alla ricerca simultanea di risultato e spettacolo. La rosa, almeno come intelaiatura, ha cambiato pochissimo e anzi è pronta ad accogliere le definitive esplosioni di Rocco Mammoli, classe ’99, e Manuel Buzzo, classe ’00. Il calore della Carbonari può fare il resto con il pubblico jesino che negli anni è stato e si è abituato a serate di grande futsal. Da tenere d’occhio il giovanissimo Pandolfi, già in rete nel match di coppa con la Mantovani.

 

 

IL FORMAT DI FUTSALMARCHE

Ogni lunedì ci sarà l’articolo di approfondimento sull’ultima giornata di campionato.

Racconto delle gare, focus sulla sorpresa e sull’exploit a livello individuale. Non mancheranno statistiche e curiosità per restare sempre al passo del massimo campionato regionale.

 

 

I PRONOSTICI DEL GALLO (di cui verrà tenuto il conto in ogni articolo)

Futsal Potenza Picena – Sporting Grottammare 1

Jesi C5 – Nuova Juventina 1

Pieve d’Ico – Campocavallo X

Futsal Pesaro – Audax S.Angelo 1

Grottaccia – Fano 1

Castrum Lauri – Pianaccio 1

Cagli – Montelupone 1

 

Peppe Gallozzi