L'occhio sulla C2 - Girone A - 20° giornata

 

QUELLA VOGLIA DI SOGNARE

LA PROTAGONISTA

Prendersi un derby, al cospetto di un avversario forte e con classifica ambiziosa, e prenderselo in modo roboante non è cosa da tutti i giorni. La palma di protagonista della ventesima giornata di Serie C2/A se la prende il Pietralacroce vittorioso, sul campo del Verbena, con un netto 1-4. I ragazzi di Bobo Marcelletti giocano una partita impeccabile sotto tantissimi punti di vista dimostrandosi bravi a colpire, saggi nel difendere ed esperti nell’amministrare. Ne fanno le spese i padroni di casa di mister Baldassari (un altro dei tanti ex di giornata) che, orfani di Latini, Massetti e Di Placido, non riescono a rimediare ad un primo tempo negativo e lasciando così punti pesanti per strada. La partita ha poco da raccontare, almeno in quanto a colpi di scena. Il P73 chiude la prima frazione sullo 0-4 andando in rete con Galeazzi al secondo minuto, Stacchiotti al sesto, Sabbatini al quindicesimo e Fedeli al ventiquattresimo. Nella ripresa l’1-4 di Diotallevi è un fuoco di paglia perché Dubbini e compagni non solo si difendono con carattere ma nel finale sprecano anche due tiri liberi, con Galeazzi e Stacchiotti, ipnotizzati da Bigioni per rendere più ampio il passivo. Il Verbena esce momentaneamente dalla zona playoff mentre il Pietralacroce si avvicina alla salvezza aritmetica, obiettivo stagionale.

 

LA SORPRESA

Un riscatto condito da otto reti. Non poteva chiedere di meglio la Mantovani che, nel calore delle mura amiche del Palamassimo Galeazzi, supera 8-3 lo Sportland e si rilancia in classifica dopo le ultime altalenanti uscite. La formazione fanese (doppietta di Brescini e goal di Manuel Gaggi) prova ad opporsi come può ma la Manto vive una delle sue giornate migliori, sia come prestazione che in fase realizzativa. Nel primo tempo vanno in rete Perucci, Nicoletti e Proietti, con quest’ultimo autore ancora una volta di una prova da grande capitano. Nel secondo tempo, a rifinire il punteggio, ci pensano Brega, Gioacchini, Urena e ancora l’accoppiata Perucci – Nicoletti che firmano così la propria doppietta. Una posta in palio pesantissima che mette i dorici ad un passo dalla salvezza. Per i fanesi una battuta d’arresto che, tuttavia, permette comunque di rimanere a quattro punti di vantaggio dalla zona playout.

 

LE ALTRE

Sempre più prima della classe il Montesicuro TreColli che ormai aspetta solo la matematica. I ragazzi di Davide Bilò mettono un altro mattoncino sul salto di categoria andando a sbancare, con il risultato di 2-4, il campo del Montalto di Cuccurano. Ai padroni di casa non sono sufficienti le reti di Fabbrocile e Farabini per resistere contro una capolista rimaneggiata ma fortemente motivata. Il blitz di Cuccurano arriva con due doppiette, nella fattispecie realizzate da Francesco Masi e Francesco Pergolini, al ventottesimo centro stagionale tra campionato e Coppa.

 

In attesa del recupero, conquista altri punti importanti la Dinamis Falconara che si consolida in zona playoff. Il 5-8 in casa degli Amici del Centro Sportivo conferma la brillantezza della truppa di Michele Pennacchioni ma anche la crescita dei padroni di casa in grado, per ampi tratti del match, di giocarsela alla pari con i quotati falconaresi. Non fanno quasi più notizia i tre goal di Daniel Quercetti, enfant prodige della Dinamis, così come la doppietta di un ritrovato Alessio Ioio. Tra i padroni di casa in luce Bartolucci e Casagrande, con due goal ciascuno.

 

Vittoria di platino per l’Avis Arcevia che in casa resiste all’orgoglio del Candia C5 superandolo con un pirotecnico 4-3. La banda Purgatori da un lato continua a navigare in zona playout ma dall’altro allontana ulteriormente gli stessi dirimpettai, diminuendone le chance salvezza. Dorici avanti nella prima frazione con un autogol e una rete del rientrante Pistelli. Nella ripresa si materializza la riscossa arceviese griffata Manzo, Giovannelli e Capitenelli che ha reso vana anche l’ennesima marcatura di Carlo Sardella, autore del momentaneo 3-3.

 

Poche emozioni e pochi goal in Città di Falconara – Chiaravalle Futsal terminata 1-1 dinanzi ad un buon numero di spettatori. Il punto preso fa più felici gli ospiti che muovono passi importanti in ottica salvezza rispetto ai rosanero che rallentano nelle zone alte. Nella prima frazione è una rete dell’interessantissimo classe ’98 Matteo Caimmi a sbloccare il match in favore degli ospiti. La reazione dei citizens arriva, puntuale, nel secondo tempo e porta la firma di Petrini altro giovane da segnarsi sul taccuino.

 

Pareggio spettacolare nel posticipo del sabato tra Ostrense e Atl. Urbino 1999 che metteva in palio una posta in palio determinante per l’alta classifica, in prospettiva post season. Giacomo Pacenti e Ugolini Matteo accendono i primi trenta minuti mandando le formazioni al riposo sull’1-1. Al rientro dagli spogliatoi si gioca punto su punto, emozione su emozione con nessuna delle due compagini che riesce a scappare. Della Santa e Battistelli provano due volte ad allungare per i ducali ma vengono stoppati, in entrambe le occasioni, da una doppietta di Pierpaoli.

 

I PRONOSTICI DEL GALLO

Sportland – Verbena 2

Pietralacroce – Amici del Centro Sportivo 1

Atl. Urbino – Arcevia C5 1

Montesicuro TreColli – Ostrense 1

Dinamis – Città di Falconara 1

Candia Baraccola Aspio – Mantovani C5 X

Chiaravalle – Montalto di Cuccurano 1

 

Peppe Gallozzi