L'occhio sulla C2 - Girone A - 14° giornata

GIRO (E PIU’) DI BOA

LA PROTAGONISTA

Dopo un girone ed una giornata la protagonista assoluta di questa Serie C2/A è la capolista Montesicuro TreColli. Il cammino di Davide Bilò e dei suoi ragazzi è stato praticamente perfetto fatta eccezione per l’unica sconfitta sul totale di partite disputate maturato con l’Urbino. L’intelaiatura che ha vinto l’ultima C1, a cui si è aggiunto il peso in zona goal di un bomber come Francesco Pergolini, si stanno dimostrando armi incredibili in questo campionato dove i dorici primeggiano con assoluto merito. Nell’ultimo turno con il Pietralacroce di Bobo Marcelletti l’ennesima prova di forza. Nonostante le assenze di Campofredano e Pinto nei padroni di casa, Galeazzi, Sabbatini e Cappanera nella fila ospiti viene fuori una bellissima partita ricca di capovolgimenti e colpi di scena. Primo tempo di marca casalingo chiuso 2-1 per via delle reti di Ciavattini, Masi e del giovane Ferjani. Nella ripresa Staffolani pareggia subito i conti ma Pergolini riporta avanti i suoi poco dopo. Il nuovo pari ospite è ancora di Staffolani e permane fino a cinque minuti dalla conclusione. A griffare il 5-3 finale, con una doppietta, è uno scatenato Ciavattini che fornisce a tutti i presenti l’ennesimo saggio delle sue qualità che lo rendono lusso assoluto per questa categoria.

 

LA SORPRESA

La palma di sorpresa di questa prima parte di stagione va alla Dinamis di Michele Pennacchioni, ormai realtà consolidata stanziata stabilmente nelle zone alte della graduatoria. Dopo un inizio tentennante adesso Viola e compagni hanno trovato la loro quadratura prendendosi il lusso, nell’ultimo turno, di sbancare con un rotondissimo 2-6 il difficile campo della diretta concorrente Chiaravalle Futsal. La doppietta di Qorri conferma il grande stato di forma del Tanque, uno dei simboli di questa formazione. Le reti di Carletti, Ioio, Pellecchia e Carletti fanno capire a mister Pennacchioni che l’affidabilità della sua rosa è sotto gli occhi di tutti. E non abbiamo menzionato i giovani Cologgi, Centonze, Rahali e Quercetti che stanno dando una marcia in più in ogni partita. Sponda Chiaravalle uno scivolone imprevisto dove le uniche note liete sono state rappresentate dalle reti di Lopez e Caimmi che, a cavallo di primo e secondo tempo, hanno mantenuto aggrappati i rosanero al risultato.

 

LE ALTRE

Stacca la zona playout il Montalto di Cuccurano che supera tra le mura amiche 2-1 la Mantovani C5. Boiani e soci conquistano un bottino importante che consente di distanziare di quattro punti le sabbie mobili della graduatoria. Nella prima frazione il “Boia” e il promettente Nicoletti mandano le formazioni al riposo sull’1-1. Il guizzo decisivo per i padroni di casa nella ripresa porta la firma di Matteo Tonucci bravo nel momento migliore degli ospiti a piazzare la rete del 2-1 finale che fa esplodere di gioia mister Facchini.

 

Un’altra sconfitta di misura per l’Arcevia C5 che cede 2-3 con gli Amici del Centro Sportivo in un match salvezza che tiene bloccati i padroni di casa sul fondo della classifica e rilancia Di Tommaso e compagni dopo alcuni passaggi a vuoto. Un’autorete, unita alle reti della premiata ditta Lucchetti-Santini, fa sì che gli ospiti possano tornare a casa con i tre punti al cospetto di una squadra che, onestamente, per quanto fatto vedere non merita una classifica così ingenerosa. Per gli arceviesi in goal Baldarelli e Manzo.

 

Chi non ne vuole sapere di rallentare è l’Atl. Urbino 1999 vittorioso nel derby del Metauro con lo Sportland. Il 5-4 in favore dei ducali mantiene i giovani terribili di Fabio Bartolucci al secondo posto in classifica esaltando ancora una volta Giulio Pierleoni, autore di una tripletta, che si conferma uno dei giocatori migliori ammirati in questo primo scorcio di stagione. Per i fanesi una buonissima prova che però non porta a punti in classifica. Inoltre, notizia di qualche giorno fa, Stefano Zengarini non sarà più alla guida dello Sportland dalla ripresa del campionato.

 

Nonostante la mazzata della giustizia sportiva che toglierà al Candia ben sei punti per una storia dello scorso anno, la compagine guidata da Alfredo Campenni fa una bellissima figura in quel di Ostra facendo tremare l’Ostrense padrona di casa. I rossoblu, alla fine, si impongono con un pirotecnico 8-5 proseguendo la loro rincorsa alla quota playoff. Mister Tonelli, dopo defezioni e diversi episodi sfortunati, può iniziare a godersi le sue certezze, prime fra tutti Giacomo Pacenti e Matteo Pierpaoli sul tabellino dei marcatori rispettivamente con tre e due reti. Tra gli anconetani degna di nota la prestazione di Giovanni Mariani, e non solo per la tripletta. Le giocate di questo ragazzo si confermano campionato dopo campionato e le porte di una categoria maggiore potrebbero spalancarsi molto presto.

 

Chiude il programma il pareggio del Palabadiali tra Città di Falconara e Verbena che impattano 3-3 conquistando un punto che, in linea di massima, rallenta la corsa di entrambe ai rispettivi obiettivi. Una partita che diverte gli spettatori dove non mancano spunti d’interesse e capovolgimenti di fronte. Capitan Cacchione (il migliore dei suoi con una doppietta) e Di Brandimarte illudono gli ospiti trovando, tuttavia, puntualmente la risposta dei citizens. I falconaresi riescono a pareggiare grazie alle reti di Paolinelli (2) e Grassi confermandosi, ancora una volta, formazione assolutamente incline a tirare sgambetti alle squadre d’alta classifica.

 

 

Peppe Gallozzi