Femminile Serie C: Analisi 1° Giornata

 

TUTTO COME DA PREVISIONE...O QUASI

un'immagine di Corinaldo-Santa Maria Apparente (foto presa dalla pagina facebook del Corinaldo)

Non sembra vero, ma lo è: la prima giornata di Serie C Femminile marchigiana è terminata, ma, soprattutto, è stata giocata!

Non può dire lo stesso il Cska Corridonia, a riposo per questa giornata, che giocherà la sua prima gara dopo mesi la prossima settimana. Le altre squadre, però, si sono godute i loro primi 60 minuti di campionato.

Non tutti, però, alla fine di questa prima sfida hanno festeggiato, infatti rimangono con l’amaro in bocca Cantine Riunite Tolentino, Polisportiva Mandolesi, La Fenice, Fano Calcio Femminile e Valdichienti Ponte, tutte uscite sconfitte da questa prima giornata.

Esultano Pian di Rose, Futsal Prandone, GLS Dorica, Acli Mantovani e Ripaberarda, mentre Corinaldo e Santa Maria Apparente si accontentano di un punticino a testa.

Ora, però, andiamo a vedere da più vicino come sono andate queste prime sei gare della prima giornata di Serie C.

 

Ad inaugurare la Serie C ci pensano ben tre gare in contemporanea. La prima di cui parleremo è la trasferta più lunga di questa prima giornata di Serie C. Si scontrano due delle squadre veterane di questo campionato: Cantine Riunite Tolentino e Pian di Rose. Le ragazze di Mister Aran si presentano non al top della forma, viste le gravi assenze per infortunio di Lacchè e Porfiri. Nonostante la situazione non facile, il primo tempo vede le casalinghe tenere botta alla più organizzata Pian di Rose, terminando addirittura in vantaggio il primo tempo con un gol di Getel. Non ci mette molto, però, Fatica a pareggiare i conti all’inizio del secondo tempo azzerando le distanze tra le due compagini. Nel corso del secondo tempo vengono create varie azioni da una parte all’altra, più o meno pericolose, finché non è la solita Fatica a mettere a segno il gol del vantaggio per le ospiti. Capitan Paggi e compagne subiscono il colpo, le ospiti aumentano gli attacchi e la pressione, fino alla rete dell’1-3 di Capitan Giacomini, che pone fine alla gara. Buona la prima per le giocatrici di Zanchetti, che mettono il primo tassello in questo lungo campionato, mentre per le nero-arancio la situazione si fa più pesante in vista della prossima gara, nella quale saranno anche prive di Trippodo espulsa durante il match, ma avranno tempo di lavorare in allenamento vista la giornata di riposo nella seconda di campionato.

 

La seconda delle partite in contemporanea del venerdì sera ha visto scontrarsi Futsal Prandone e Polisportiva Mandolesi. Due squadre molto diverse tra loro. Da una parte una realtà importante che ha conquistato l’A2 e poi è riscesa in C con l’idea di poter presto ritornare nella categoria superiore, dall’altra una squadra da tempo consolidata, che ha perso qualche elemento dell’organico, ma che ne ha presi anche altri di altrettanto valore. Le ospiti, alla loro prima partita della stagione, non si fanno trascinare dalle ascolane e cercano di tenere botta alla loro esperienza. Nonostante ciò, il risultato è negativo nei loro confronti, infatti per le ragazze di Mister Bargoni vanno a segno Felicetti, Gasparri con una doppietta, e Piatti. Per Mister Grossi, invece, sigla il gol della bandiera Alunno, portando così il risultato finale sul 5-1. Bene per le casalinghe che continuano la loro striscia di successi raggiungendo quota tre tra Coppa Marche e campionato, ma bene anche per le ospiti che sono solo alla prima partita dopo mesi di stop e quindi hanno tutto il tempo per aggiustare il tiro.

 

La terza delle partite del venerdì sera se la sono giocata La Fenice e GLS Dorica An.Ur. Partita “già scritta” per alcuni, cosa che il risultato conferma, ma che, in realtà, ha visto le casalinghe tener testa difensivamente agli attacchi continui e pericolosi delle ragazze di Mister Cotichelli per buona parte del primo tempo. Poi l’ago della bilancia si è definitivamente spostato dalla parte delle ospiti dopo vari errori d’impostazioni da parte delle potentine e, di conseguenza, due brucianti 1 vs 2 siglati da Paolucci, prima, e da Severini, poi. Il secondo tempo segue la riga del finale del primo e Severini mette a segno la sua doppietta personale insaccando la palla dopo un perfetto schema da punizione. Pezzola e compagne, però, cercano con caparbietà il gol e lo trovano con la travolgente Tomassini. Poco dopo, però, Pettinari con una sontuosa finta insacca la rete dell’1-4 finale. Pieroni e le sue compagne si mostrano ancora la squadra da battere, mentre le casalinghe, alla loro terza gara e alla seconda sfida consecutiva contro una squadra quotata per la vittoria, hanno ampi margini di miglioramento in vista del lungo cammino del campionato.

 

Nella gara del sabato, invece, si sono affrontate due delle squadre con il maggior numero di giovani in rosa: Fano Calcio Femminile e Acli Mantovani. Se nel sorteggio del 22 ottobre uscissero le fanesi come vincitrici, allora questa gara sarebbe stata un anticipo dell’ipotetica semifinale di Coppa Marche. Il primo tempo vede le due squadre fronteggiarsi con una pressione molto alta delle casalinghe, che mettono in difficoltà le ragazze di Mister Battistoni, che riescono, però, a trovare il vantaggio con Gasparrini. Il secondo tempo segue la stessa scia del primo e, infatti, Gasparrini cerca e trova la doppietta e Capitan Moglie chiude ufficialmente i conti ponendo fine alla gara con un 0-3 secco. Poco male per Gabbianelli e compagne che vengono “punite” per aver lasciato qualche spazio di troppo nella loro buona pressione alta, che, comunque, non lascia spazio alle ospiti di poter disputare la gara senza problemi. Buona partenza per le ospiti che si portano a casa il terzo risultato utile consecutivo dimostrando che questo campionato è tutto tranne che già scritto, al contrario di quello che molti credono.

 

Il “Main Event” di questa giornata, per le attese, era sicuramente la sfida tra Corinaldo e Santa Maria Apparente, due squadre piene zeppe di elementi dalla grande esperienza. Le prime hanno subito un duro colpo uscendo nella prima fase della Coppa Marche, mentre le seconde vengono da due partite, dove hanno dominato senza particolari problemi. Questa gara dalla grandi attese termina con un risultato inusuale per il futsal, 0-0, che, però, descrive perfettamente l’equilibrio fra le due parti. Il primo tempo vede entrambe le squadre creare buone occasioni, una delle quali viene sventata da Amedano proprio in copertura della porta. Per il primo quarto del secondo tempo i ritmi si abbassano da ambo le parti, poi le ragazze di Mister Vernarecci cercano di sfruttare alcune ripartenze per potersi portare a casa il match, ma un’attenta Tomassini sventa ogni pericolo. Le due squadre si portano a casa un punto a testa, che fa sempre comodo, ma sicuro le ragazze di Mister Tiberi potevano fare di più in questa gara, dove forse hanno giocato un po’ con il freno a mano tirato. Invece, dopo la delusione in Coppa, Gasperi e compagne iniziano a mostrare il loro valore ribadendo ancora di più che il campionato non sarà poi così facile, neppure per le più quotate.

 

A chiudere questa prima giornata di Serie C Femminile ci pensano Valdichienti Ponte e Ripaberarda. Le ragazze di Mister Sessa con questo match hanno fatto il loro debutto assoluto Serie C e forse, proprio per questo motivo, l’emozione ha giocato loro un brutto scherzo subendo una sconfitta fin troppo pesante da parte delle ascolane. Proprio quest’ultime stupiscono molti con questo sonoro 0-10 figlio di un gruppo ormai consolidato da anni e nel quale si sono aggiunti innesti importanti. Non a caso Mazzacane, Di Buò e Mascitti siglano una tripletta a testa e ad arrotondare il risultato ci pensa Capretta con una rete. Più di un’ottima partenza per le ragazze di Mister Pacioni, che provano a mettere il primo tassello utile per sovvertire i risultati degli anni passati. Per Amadio e compagne, invece, è solo l’inizio e hanno ancora un campionato intero per togliersi tutte le soddisfazioni che desiderano.

 

Angela De Rosa