Femminile Serie C - Analisi 1° Giornata Gold e Silver

QUALI SARANNO LE MAGNIFICHE OTTO?


Ora è proprio questa la domanda che preme tutti: quali saranno le magnifiche otto? Beh, possiamo pure farci un'idea, visto che delle otto che sono nel Girone Gold ben sette passeranno alla fase finale, ma allora le due domande più importanti e che sorgono ancora più spontanee sono: “Chi sarà l'ultima del Girone Gold?” e, soprattutto, “Chi sarà la prima del Girone Silver?”. Infatti alla fase finale accederanno le prime sette del Gold e la prima del Silver. In questo girone di sola andata ogni gara è praticamente una finale, soprattutto nel Silver, dove ogni passo falso potrebbe diventare letale. Lo sanno bene tutte le squadre, che già da questa prima giornata hanno messo in campo prestazioni di alto livello o dimostrando ciò che hanno già dimostrato nella fase precedente o rivitalizzandosi dopo un inizio no. Nel Girone Gold ritorna a splendere il Pian di Rose contro la Polisportiva Mandolesi, mentre cade la Polisportiva Borgosolesta contro la vincitrice della Coppa Marche, il San Michele. Il Recanati frega di misura la Jesina e le due prime in classifica del Girone A e B, cioè Cska Corridonia e Corinaldo, si portano a casa un punto a testa. Nel Girone Silver il Ripaberarda trova una vittoria massiccia contro S.Orso. L'ennesimo scontro stagionale tra La Fenice e Bayer Cappuccini viene vinto dalle maceratesi. Infine grande equilibrio tra Atl.Urbino e Cantine Riunite Tolentino che si fermano al pareggio.

 

 

GIRONE GOLD

 

A dare il via a questa seconda fase di campionato ci pensano Pian di Rose e Polisportiva Mandolesi al primo scontro in stagione. Le due squadre vengono da due percorsi completamente differenti, infatti, le locali vengono da un periodo difficile, povero di punti e, soprattutto, di buone prestazioni con molte giocatrici importanti fuori dal campo, mentre le ragazze di Mister Grossi hanno mostrato, partita dopo partita, sempre maggiore concretezza e compattezza. In questa partita, però, torna in campo quel Pian di Rose caparbio che eravamo abituati a vedere. Infatti, a poco meno di dieci minuti dal fischio d'inizio, Vandini insacca sotto l'incrocio il vantaggio. Alla sua rete seguono, nel corso della prima frazione, quella di Nucci e, poco prima di andare negli spogliatoi, di nuovo Vandini. Risultato rassicurante per le locali, così Morici e compagne cercano di attaccare come meglio possono, ma la difesa rosanero, guidata da un'ottima Antonelli, tiene botta nel migliore dei modi. Anche la traversa rema contro le ospiti, che si vedono così svanire le speranze di accorciare. Nell'attaccare, prima del triplice fischio, subiscono anche il 4-0 finale di Ciacci, che le manda a casa con un po' d'amaro in bocca. Si torna invece a gioire in casa di Mister Zanchetti, che, dopo due sconfitte consecutive e una prima fase di campionato traballante, vede le sue ragazze con un altro piglio e finalmente vincenti.

 

 

Match ad alta quota quello disputato alla Pars di Corridonia tra Cska Corridonia e Corinaldo. I due team, arrivati primi in classifica nei rispettivi gironi, si scontrano in una delle partite più attese ed equilibrate della giornata e del campionato, dando vita ad uno spettacolo difficile da prevedere e “deciso” solo nel finale del match. “Deciso” tra virgolette perché fino a pochi attimi dal fischio finale le ospiti si trovavano in svantaggio di una rete, vista la rete di Aquinati e la doppietta di Storani per quanto riguarda le locali, ma proprio quest'ultime, proprio sul finale, vengono beffate da un autogol di Bacaloni, che permette alle ragazze di Mister Bronzini di portarsi a casa un punto stretto, ma che ha comunque il sapore di vittoria per come si era messo il match. Sorriso a metà per Cecarelli e compagne, che avevano già pregustato i tre punti, ma per loro questo è comunque l'ottavo risultato utile consecutivo.

 

 

Polisportiva Borgosolesta-San Michele è l'altro match più atteso per questo girone. Gara tra le due squadre alle quali, proprio nell'ultima giornata, è stato scippato il primo posto, rispettivamente da Cska Corridonia e Corinaldo, quindi hanno sicuramente voglia di riscattarsi il prima possibile. Le due rivali si scontrano per la prima volta nella loro storia e danno vita ad una gara equilibrata e di difficili previsioni, proprio come la gara precedentemente raccontata. I primi trenta minuti seguono il finissimo filo dell'equilibrio, dove ambo le parti cercano di sbloccare il match, ma devono accontentarsi dello 0-0. Di ritorno dagli spogliatoi le ridotte ragazze a disposizione di Mister Longarini (solo sei con l'aggiunta della vice-allenatrice, Cimarelli, oggi in tenuta da giocatrice) trovano i varchi giusti e sbloccano la gara a metà della seconda frazione con Bonito. A chiudere definitivamente il match, però, ci pensa Fatica in chiusura dei secondi trenta minuti. Arriva la seconda sconfitta consecutiva di misura per le ragazze di Mister Baldi, che, però, in una settimana si sono trovate di fronte due delle squadre più temute del campionato. Giacci e compagne tornano dalla grande trasferta di Ascoli con tre punti importanti, che permettono loro di mettere un altro mattoncino per la scalata al raggiungimento della Finale.

 

 

Ci pensano Jesina e Recanati a chiudere la prima giornata del Girone Gold con un posticipo deciso nei primi trenta minuti. Infatti, a differenza delle gare precedenti le due squadre si giocano il tutto per tutto nella prima frazione. Capitan Stacchioti sblocca la gara a dieci giri di orologio dal fischio d'inizio, ma ben presto Cini riporta il risultato sull'estrema parità. In poco tempo, però, Urbisaglia sigla l'1-2, che si sarebbe poi svelato decisivo. Infatti, di ritorno dagli spogliatoi entrambe le squadre cercano di trovare i giusti varchi, ma entrambe le difese reggono bene l'onda d'urto avversaria, fino a che le ragazze di Mister Ricciardi non arrivano ad accontentarsi del risultato, che permette loro di portarsi a casa tre punti contro una squadra da sempre temuta da tutti. Le giocatrici di Mister Lorenzetti continuano ad alternare risultati positivi con risultati negativi cercando di trovare la giusta compattezza in vista della corsa finale per rimanere nelle prime sette posizioni e, in caso di passaggio, dare il meglio di sé nei Play-Off.

 

 

GIRONE SILVER

 

Le squadre del Girone Gold non possono adagiarsi perché, anche se si trovano tra le migliori otto, una di loro non accederà ai Play-Off, ma sicuramente possono stare più tranquille delle sette squadre del Girone Silver che dovranno giocarsi il tutto per tutto in ognuna delle sei gare da disputare per poter accaparrarsi l'unico pass disponibile per raggiungere l'ultima fase. Lo sanno bene S.Orso e Ripaberarda, che, dopo una prima fase di Serie C conclusa nel vertice basso della classifica, hanno bisogno di rialzarsi il prima possibile sia per bisogni di classifica, sia per il proprio morale. Le giovani fanesi, però, possono poco di fronte alla squadra ospite, che parte col botto e mette a segno otto reti subendone zero. Alle reti di Capitan Corradetti, Mazzacane e Capretta si aggiunge la cinquina di Di Buò, che trascina la sua squadra ad una vittoria schiacciante e che infonde determinazione alle ascolane, che possono riscattarsi in questa seconda fase e hanno iniziato sicuramente con il piede giusto. Non bene questo inizio per le ragazze di Mister Scarpellini, che devono assolutamente ripartire dalla sontuosa prestazione messa in campo contro il Pian di Rose nella tredicesima giornata del Girone A.

 

 

Si scontrano per la prima volta in stagione due delle squadre più interessanti del campionato, ma che hanno accaparrato troppi pochi punti rispetto al loro vero potenziale.  Atl. Urbino e Cantine Riunite Tolentino si trovano in questa prima giornata con la panchina corta, ma danno comunque vita ad una gara ricca di gol e di sorprese, dove vige dall'inizio alla fine l'assoluto equilibrio. Infatti, per le locali vanno a segno Mengoni, Bianco e con una doppietta Hurtado, ma a queste quattro reti rispondono a tono le ragazze di Mister Tomassetti con i gol di Capitan Lacchè, Mannella e la doppietta di Porfiri. Il risultato finale è un 4-4 che sta stretto ad entrambe, ma che fa partire comunque con il piede giusto le due rivali, che daranno sicuramente filo da torcere a tutte le altre squadre del Girone Silver per potersi portare a casa quell'unico pass per gli Ottavi disponibile, che alletta tutti.

 

 

Ci pensano La Fenice e Bayer Cappuccini a chiudere questa prima giornata della seconda fase di Serie C 2019-2020. In una giornata dove la maggior parte delle squadre si scontrano per la prima volta in stagione, queste due rivali combattono per i tre punti per la quarta volta in quattro mesi. Nelle precedenti sfide ha avuto la meglio la squadra maceratese ben due volte e la gara di Coppa Marche si è conclusa con un pareggio. Anche questa volta ad uscire vincente dallo scontro è la squadra capitanata da De Vincentis, ma non è stato così facile. Infatti, il primo tempo termina 0-1 con il gol della solita Gasparrini. Il secondo tempo inizia allo stesso modo con un'altra rete della numero dieci, che si gira bene sul difensore, ma Silvia Pezzola accorcia presto le distanze ridando speranza a La Fenice oggi nuovamente in spolvero e pienamente in partita. Ma, proprio quando la gara sembrava prendere la via del pareggio, una Gasparrini implacabile e letale al sessantesimo mette a segno la tripletta personale chiudendo definitivamente il match. Ottimo inizio per la squadra maceratese, che in questa giornata dà il benvenuto al terzo mister della stagione, Mister Guardati, che va a prendere il posto di Mister Aran. Le potentine, anche se non si portano a casa nessun punto per l'ottava gara consecutiva, sembrano aver ritrovato quel piglio e quella determinazione che sono a lungo mancati.

 

 

Angela De Rosa