Femminile Serie C - Analisi 14° Giornata

LE ULTIME CONFERME DA GOLD


Siamo arrivati finalmente all'ultima giornata di questa prima fase, che ha decretato le otto migliori di questa prima parte di Serie C. Nel Girone A le quattro migliori erano già scritte dalla passata giornata e questa giornata è servita solo ad assestare le posizioni in classifica. Infatti, con il San Michele a riposo, il Corinaldo uscendo vincente dalla sfida contro l'Atl Urbino si posta in prima posizione, lasciando al secondo posto le rivali di Mister Longarini. Con lo scontro diretto tra Jesina e Pian di Rose, le prime si prendono all'ultimo il terzo posto lasciando le ragazze di Sant'Ippolito al quarto posto a quota 18 punti, come l'Acli Mantovani, che pur vincendo contro il S.Orso, deve accontentarsi del quinto posto per la differenza reti negli scontri diretti. Le ultime conferme arrivano tutte dal Girone B, dove si giocano gli ultimi due pass per il Girone Gold in tre squadre, cioè Bayer Cappuccini, Polisportiva Mandolesi e Recanati. Partendo, però, dall'alto, Cska Corridonia e Polisportiva Borgosolesta si sono scontrate per accaparrarsi il primo posto e ha avuto la meglio la squadra di Mister Castellani lasciando le rivali al secondo posto. Il pareggio decisivo tra Recanati e Bayer Cappuccini ha automaticamente lasciato fuori dai giochi le maceratesi, che spianano il cammino alle altre due pretendenti. Così, la Polisportiva Mandolesi, vincendo contro il Ripaberarda, non solo passa al Gold, ma si prende anche il terzo posto, mentre le recanatesi si fermano al più che sufficiente quarto posto. Chiudono questa prima fase anche le Cantine Riunite Tolentino che vincono in casa de La Fenice. Ora occhi, testa, gambe e attenzione sono tutti rivolti al Girone Gold e al Girone Silver, ma prima osserviamo da più vicino com'è andata questa ultima giornata del Girone A e del Girone B.

 

GIRONE A

 

Al contrario di ciò che era stato scritto nel precedente articolo, per Pian di Rose e Jesina il passaggio matematico era già assicurato dal turno precedente, vista la miglior differenza reti negli scontri diretti contro l'Acli Mantovani di entrambe, quindi, in questa ultima giornata della prima fase, questa gara è ininfluente per la classifica, ma nessuna delle due ha intenzione di sottostare all'altra. Il primo tempo è una rincorsa continua tra le due fazioni. Vignati sblocca il match dopo neppure due giri di orologio, ma Ciacci azzera ben presto le distanze. Dopo poco le ospiti vanno nuovamente in vantaggio con Falcioni, ma vengono raggiunte nuovamente grazie alla rete di Lani. Poco prima della pausa, Ciacci trova il vantaggio, ma lei e le sue compagne rientrano in campo completamente con un altro piglio, che le vede lasciarsi andare per dare spazio ad alla goleada biancorossa con le doppiette di Lasca e Gagliardini e un'altra rete a testa di Vignati e Falcioni. La quarta rete casalinga di Vandini serve solo a diminuire il gap troppo ampio tra le due rivali. Con questo 4-9 le ragazze di Mister Lorenzetti si prendono il terzo posto e le giocatrici di Mister Zanchetti rimangono a 18 punti assieme all'Acli Mantovani prendendosi comunque il quarto posto e il pass per il Gold. Dovranno sicuramente prestare maggiore attenzione nella prossima fase, dove l'asticella si alzerà, ma le loro vittorie sono già ben visibili con i giovanissimi innesti, che stanno man mano inserendo in campo giornata dopo giornata e in questa è stato il turno delle 2005 Di Gennaro e Scriscioli.

 

 

Mettendo da parte il risultato, che a nessuna delle due interessava dal punto di vista della classifica, nella gara tra S.Orso e Acli Mantovani entrambe le squadre escono da questo match con la vittoria in tasca, dato che Mister Scarpellini e Mister Battistoni portano in campo su ben 22 giocatrici, ben 16 under 20 ricordando a tutti noi quanta importanza abbiano i settori giovanili e quanto talento vi è in queste giovani giocatrici, che, troppo spesso, ignoriamo. Non a caso per le ospiti, oltre a Capitan Moglie e Gioacchini, vanno a segno Valentina Maggi, Prinicipi, Blenkus e Nisi. Il gol della bandiera nella seconda frazione per le fanesi è di Cardone, già a quota due reti in Serie C alla sua prima esperienza in questo campionato a soli quattordici anni. Con il risultato di 1-6 le locali chiudono questa fase a zero punti mostrando, però, una crescita esponenziale match dopo match e lasciando ben sperare per il Girone Silver, dove sapranno sicuramente sorprenderci. Moglie e compagne, invece, hanno saputo stupire fino all'ultimo sfiorando per un nulla il passaggio al Gold. Questo può lasciarle con un po' di amaro in bocca, ma possono sicuramente ambire all'unico pass presente del Girone Silver per raggiungere gli Ottavi di Finale.

 

 

Chiude definitivamente il Girone A della prima fase di campionato Corinaldo-Atl Urbino. Le giovani universitarie non hanno più nulla da perdere, ma possono sfruttare questa gara come banco di prova prima di poter prepararsi al meglio per il Girone Silver, dove potranno mostrare tutte le loro qualità e mettere i bastoni tra le ruote a molte squadre per la corsa agli Ottavi di Finale. Si giocano molto dal punto di vista dell'orgoglio le ragazze di Mister Bronzini, che possono, dopo una corsa iniziata già dalla prima giornata, prendersi il primo posto proprio al fotofinish ed è proprio così, infatti Baci e compagne si portano tre punti essenziali con un secco 8-2. Mettono il loro nome tra le marcatrici locali Amedano, Cantarini e Rogani con una doppietta, oltre che Tazzari e Vernelli con una rete a testa. Le marcature di Capitan Morichelli e Bianco sono utili a rendere meno amara la dura sconfitta, in una partita giocata non al loro meglio. Con questi tre punti le ragazze di Corinaldo raggiungono a 31 punti le avversarie del San Michele e, grazie alla differenza reti negli scontri diretti, scippano all'ultimo il primo posto nel girone.

Le parole di Mister Pierleoni: “Era l'ultima partita di questa parte del campionato e dovevamo cercare di tirare fuori una prestazione di livello in vista del Silver, purtroppo non siamo mai entrate in partita, poca grinta, precisione assente. Ora bisognerà lavorare veramente duro per ribaltare questo andamento, altrimenti sarà difficile raggiungere l'obiettivo di questa stagione.”

 

 

 

GIRONE B

 

Apre le danze per l'ultima fatidica giornata del Girone B Recanati-Bayer Cappuccini. Una partita di grande importanza, da dentro o fuori. Per le maceratesi l'unico risultato utile è la vittoria, ma le recanatesi non posso lasciarsi sfuggire la grande chance, che si sono create lungo il cammino di questa fase e una sconfitta le avrebbe potute portare anche fuori dalle prime quattro posizioni in caso di vittoria della Polisportiva Mandolesi due giorni dopo contro il Ripaberarda. La tensione di questa gara si fa sentire da subito e nessuna delle due può permettersi errori di nessun tipo. Anche se le occasioni sono infinite, le difese e i portieri in questi sessanta minuti diventano da ambo le parti impenetrabili, tanto da giungere al triplice fischio sul risultato di 0-0. Le ragazze di Mister Ricciardi, al secondo 0-0 consecutivo, si portano a casa il punto sufficiente per rimanere nella zona blu e ora tutta la loro attenzione è rivolta al Gold per potersi battere nel migliore dei modi contro le migliori otto di questa prima fase di campionato. Il pareggio, invece, non basta a De Vincentis e compagne, che, pur giocando con tutto il carattere e il cuore che le contraddistingue, devono abbandonare, proprio all'ultimo, il sogno di accedere nel girone più ambito, ma sono, senza ombra di dubbio, la squadra da battere nel Girone Silver.

 

 

L'altro match più che atteso è proprio quello tra le due regine del Girone B. Cska Corridonia e Polisportiva Borgosolesta si scontrano, dopo molte giornate a pari passo, per appropriarsi del primo posto in classifica. All'andata tra le due aveva avuto la meglio la squadra ascolana con un 4-2, ma questa sfida è ancora più equilibrata della precedente e nessuna delle due può mettere, per nessun motivo al mondo, da parte l'orgoglio di potersi proclamare come prima del girone. Dopo una partita sempre sul filo del rasoio hanno la meglio le ragazze di Mister Castellani con un 3-2 di misura. Per le locali vanno a segno Storani, Lovascio e Capitan Cecarelli. Non bastano le reti di Capannelli e Armillei per agguantare almeno il pareggio, che le avrebbe decretate prime in classifica. Ottima prova di carattere per le padrone di casa, che anche in numero ridotto, si portano a casa il risultato e dimostrano semplicemente di essere una delle due finaliste della Serie C femminile della passata stagione.

 

 

La Fenice e Cantine Riunite Tolentino si giocano l'ultima partita della prima fase senza particolari pressioni di classifica, quando ormai tutti i giochi sono stati fatti, ma entrambe non vogliono lasciarsi andare questa prova di carattere in vista del Girone Silver. I due team hanno avuto due cammini completamente differenti. Le locali hanno fatto un girone d'andata stratosferico cadendo, poi, a picco, in quello di ritorno, mentre le ragazze ora guidate da Mister Tomassetti hanno avuto parecchi momenti negativi e alcuni momenti di forte personalità, che ha permesso loro di rialzarsi proprio in queste ultime gare. Il turno d'andata aveva decretato vincenti le potentine con un secco 1-5, ma da quella partita sono molte le cose che sono cambiate, infatti si registra proprio al Palasport Chierici l'ultima vittoria delle ragazze di Mister Paolucci. Lacchè e compagne partono a mille in questa gara e piazzano un secco 0-3 nei primi trenta minuti di gara con Mannella, Mancinelli e un gol pazzesco di Paggi. Di ritorno dagli spogliatoi le locali sembrano aver trovato i giusti varchi e maggiore intensità, mentre le ospiti allentano la presa e infatti arriva la doppietta della solita Silvia Pezzola, che ristabilisce un equilibrio, poi nuovamente rotto da Paggi, che chiude definitivamente la gara sul 2-4. Ottimo risultato per le ragazze di Tolentino, che dimostrano tutte le loro doti corali e le ottime capacità individuali, che colpiscono la fragile La Fenice in cerca di se stessa in vista del Girone Silver, dove potersela giocare mettendo in campo prestazioni molto più vicine a quelle di inizio stagione, che a quelle delle ultime settimane.

Il commento di Mister Paolucci: “Sembra che non sappiamo più fare niente. In realtà non è così, ma manca la cattiveria e la voglia di fare bene, che ci aveva contraddistinte fino a qualche mese fa. Ma, purtroppo per noi, il campionato non finisce a novembre. Bisogna ritrovare il giusto atteggiamento. Questo è uno sport per caratteri forti, non si può vacillare alle prime difficoltà come facciamo sempre noi. È una questione mentale e questo purtroppo rende tutto più difficile.”

 

 

Ci pensano Ripaberarda e Polisportiva Mandolesi a chiudere definitivamente questa quattordicesima gara, nonché l'ultima sfida di questa prima fase di Serie C 2019-2020. Sarebbe potuta essere una grande partita utile al passaggio in vista del passaggio delle ospiti, ma in realtà, dopo la gara del venerdì tra Recanati e Bayer Cappuccini, tutto era già stato decretato, cioè che la Polisportiva Mandolesi è, dopo un lungo cammino di risalita e di rincorsa, al Girone Gold. A questo punto questa gara diventa un'ottima preparazione per le ascolane, in vista del Girone Silver, dove dovranno fare molto meglio, e per le ragazze di Mister Grossi, che dovranno affrontare rivali di un certo spessore. Anche se i punti di distanza sono parecchi, la gara è molto più equilibrata del previsto e alle reti locali di Iena e Di Buò le ospiti rispondono con De Cristofaro e la doppietta di Casturà portandosi a casa l'ennesima buona prestazione, che incorona questo passaggio al Girone Gold proprio nell'ultima giornata.

 

 

Angela De Rosa