Femminile Serie C - Analisi 10° Giornata

DISCESE PERICOLOSE


 

In questa decima giornata di campionato molte mettono un punto sulla propria posizione e consolidano i primi posti. È il caso di San Michele, Corinaldo, Polisportiva Borgosolesta e Cska Corridonia, che vincono senza troppe difficoltà. Altre rimangono nel basso della classifica accettando l'idea di dover salutare il sogno Gold e provare a fare il meglio per trovarsi al top per il Girone Silver, come S.Orso e Ripaberarda. Altre ancora salgono voracemente nelle classifiche puntando ad entrare nelle prime quattro postazioni, come l'Acli Mantovani, o entrando definitivamente tra le posizioni blu, come la Polisportiva Mandolesi. Infine, ci sono altri team, che, dopo un inizio importante, perdono colpi e scivolano pericolosamente in classifica rischiando di vedersi andar via il biglietto per il Gold, è il caso di Pian di Rose, Recanati e La Fenice. Ora inizia il bello di questa fase, ma prima godiamoci questa decima giornata!

 

GIRONE A

 

Ad aprire questa decima giornata di campionato ci pensano le due squadre ai poli opposti del Girone A. Il San Michele si presenta contro il S.Orso con la squadra ridotta e senza portiere, ma neppure questo ferma la capolista, che, dopo solo cinque minuti, si ritrovain vantaggio di due reti grazie a Bonito e Verdiglione. Prima della fine dei primi trenta minuti di gioco c'è tempo per Legge di accorciare le distanze (sarà solo il gol della bandiera) e per Bonito di allungare. Nel secondo tempo le locali gestiscono senza problemi la gara, anche se in porta vanno prima Fatica e poi Capitan Giacci, e man mano aumentano il gap con le giovani rivali. Infatti, Bonito segnerà altre due reti siglando, quindi, il poker personale, e andranno ancora in gol Fatica e Verdiglione per il definitivo e netto 7-1. Poco da fare per le ragazze di Mister Scarpellini, che non sfruttano le difficoltà numeriche delle avversarie e si lasciano comunque sopraffare rimanendo ancora a quota zero punti. Per la squadra di Mister Longarini, invece, questa vittoria conferma l'ottimo inizio di stagione e lo stacco dal Corinaldo.

 

 

Partita importante per il morale è sicuramente Atl.Urbino-Acli Mantovani. Le due squadre, in evidente crescita in questo periodo, si scontrano per cercare di diminuire le distanze tra loro e le rivali sopra in classifica e si denota, già dai primi minuti, la grande attenzione difensiva per evitare imbucate avversarie e la voglia di portarsi avanti per cercare di sbloccare presto il match dalla propria parte. Il primo tempo termina a reti bianche, solo nei secondi trenta minuti la gara prende una certe direzione. Infatti, ci pensa Capitan Moglie a sbloccare e a chiudere la gara con una doppietta, che permette a lei e alle sue compagne di allontanarsi dalle universitarie di Urbino e di avvicinarsi minacciosamente alle prime quattro in classifica, auspicando un finale di girone tutto da vedere, anche grazie al nuovo giovane innesto dalla Dorica Torrette, Serena Blenkus. Le locali, purtroppo, si lasciano sfuggire l'occasione di raggiungere la squadra di Mister Battistoni, ma stanno comunque dimostrando di essere ancora la squadra che ci ha stupito nella passata stagione.

Il commento di Mister Pierleoni: "È stata una bella partita combattuta, ho notato miglioramenti sia in fase offensiva che in fase difensiva, però non abbiamo mai concretizzato le belle occasioni create sotto porta. Purtroppo se non si butta la palla dentro poi al primo errore si paga tutto. Peccato."

Le parole di Mister Battistoni: "Avevamo il desiderio di tornare a casa dalla trasferta più lunga dell'anno con almeno una prestazione all'altezza. Ci tenevo tanto. La prestazione non mi è dispiaciuta, nonostante gli ultimi dieci minuti, dove l'Atl.Urbino ha premuto davvero forte e poteva anche pareggiare, ma, partita e classifica a parte, stiamo crescendo. Ora con Serena Blenkus arrivata pochi giorni fa, abbiamo sei ragazze sotto i venti anni, guidate da altre più grandi che, chi con consigli, chi con sgridate e chi con battute, stanno facendo un lavoro davvero esemplare. C'è aria buona alla Mantovani e dobbiamo, a prescindere dai risultati, mantenere questo clima perché è la base poi per crescere in campo."

 


L'ultima gara della giornata se la giocano Corinaldo e Pian di Rose nel posticipo del martedì. La gara d'andata di quasi due mesi fa aveva visto le rosanero vincere nettamente sulle avversarie, ma non si può dire lo stesso di questa gara, che le vede vistosamente cambiate in campo, senza elementi di spessore, che fino ad ora avevano trascinato la squadra, e che le vede giocare forse i sessanta minuti peggiori della stagione. Le ragazze di Mister Bronzini sfruttano subito la situazione imbastendo buon gioco e riducendo a meno di zero anche i pochi attacchi avversari. Con due reti per tempo, doppietta di Aquinati e gol di Cantarini e Vernelli, le corinaldesi si portano a casa tre punti importanti per rimanere attaccate alle dirette avversarie per il primo posto, il San Michele, mentre le ragazze di Mister Zanchetti stanno perdendo troppi punti per strada e iniziano a rischiare la posizione con l'Acli Mantovani a soli tre punti.

 

 

GIRONE B


Si pensava ad una partita equilibrata tra Cantine Riunite Tolentino e Ripaberarda, ma quest'ultime, prive di elementi importanti come Mazzacane e Di Buò, vengono travolte dall’impeto delle locali, che nei primi trenta giri di orologio mettono subito il punto esclamativo sulla gara segnando tre reti con una doppietta di Paggi e il gol di Mannella. Di ritorno dagli spogliatoi, Paggi non dà neppure il tempo alle avversarie di riassettarsi e sigla la sua personale tripletta chiudendo praticamente la gara. Le ragazze di Mister Buschittari gestiscono il match, vengono colpite solo a dieci dal termine da Oresti, ma è troppo poco, infatti le local raggiungono il 5-1 definitivo con la rete di Piampiani. Con questo risultato le ascolane aggiungono prestazioni negative a questo inizio di stagione, anche se le aspettative di inizio anno era ben diverse, mentre Lacchè e compagne dimostrano sempre di più di non meritare il posto in classifica che hanno.

Le parole di Mister Buschittari: "Ritorniamo alla vittoria dopo una lunga serie di sconfitte e lo facciamo con una prestazione in crescita, anche se non priva di sbavature. Stavolta, però, vogliamo focalizzarci più sulle cose che sono migliorate che sui soliti nostri punti deboli e quindi ben vengano i sorrisi a fine partita dopo molte facce tristi delle ultime settimane. Speriamo che questa sia una buona spinta per le prossime sfide."

 

 

Uno dei match più combattuti della giornata per il Girone B è senza ombra di dubbio quello disputato tra Bayer Cappuccini e Polisportiva Borgosolesta. Le maceratesi si confrontano, dopo un periodo di crescita esponenziale, contro la prima in classifica bisognosa di punti per poter tenere il passo. Il primo tempo è esemplificativo per dimostrare l'equilibrio tra le due parti, infatti il vantaggio lo segna ben presto Patacca, ma viene presto raggiunta dalla solita Gasparrini. Nei secondi trenta minuti entrambe le squadre attaccano forte per trovare il vantaggio e a trovarlo sono le ascolane, che, con Anemone e il nuovo innesto Armillei, trovano il doppio vantaggio, che non è sufficiente per chiudere la gara, dato che Volonnino ci mette il suo e riapre ancora la gara con una sua rete. Ci pensa, però, Pedicelli a chiudere definitivamente il match con il gol del 2-4 decretando una vittoria importantissima, che avvicina la sua squadra sempre più al passaggio matematico al Girone Gold anticipato, mentre le ragazze di Mister Aran perdono il passo e si lasciano superare dalla vittoriosa Polisportiva Mandolesi uscendo momentaneamente dalle prime quattro posizioni.

 

 

L'altro match incerto fino all'ultimo secondo è Recanati-Polisportiva Mandolesi. Le due squadre si giocano una partita importante, soprattutto le ospiti, che hanno la possibilità di raggiungere in classifica le avversarie e consolidare il quarto posto, vista la sconfitta delle maceratesi. Infatti, non si lasciano scappare questa grande occasione e Capitan Morici si prende sulle spalle la propria squadra e, con un rigore e un tiro da centrocampo, porta sul doppio vantaggio le sue compagne. Le recanatesi vengono fortemente colpite dalla doppietta della capitana avversaria, ma evitano di subire altre reti per cercare di riaprire la gara, cosa che accade grazie a Sabbatini, che accorcia le distanze, ma la difesa ospite tiene bene l'urto sventando il possibile pareggio con l'aiuto delle imprecisioni sotto porta delle giallorosse. Non un periodo roseo per le ragazze di mister Ricciardi, che, però sono ancona nella zona blu della nostra classifica ora a pari merito con le giocatrici di Mister Grossi, che con questa vittoria danno una vera svolta alla propria stagione stupendo tutti.

 

 

Cska Corridonia-La Fenice chiude definitivamente questa decima giornata. All'andata le due squadre si sono accaparrate un punto a testa e anche in questa gara le due compagini hanno buone occasioni entrambe per poter riproporre una gara molto simile alla precedente, ma il cinismo delle locali e le problematiche in fase realizzativa delle potentine decretano da sé il risultato finale. Infatti, nei primi trenta minuti la capolista mette subito il punto sulla gara andando a segno con Lovascio e Pazzarelli. Nella seconda fase di gara le ospiti alzano la pressione, ma non riescono ad essere abbastanza determinate da trovare la rete, che, invece trovano le avversarie con Bacaloni chiudendo definitivamente il match sul 3-0. Con questa terza sconfitta consecutiva le ragazze oggi capitanate da Marinageli si allontano dalla zona blu e devono cercare al più presto di ritrovare la condizione migliore vista ad inizio stagione. Le ragazze di Mister Castellani, invece, mantengono il passo della Polisportiva Borgosolesta e continuano la loro corsa per accaparrarsi il primo posto.

Il commento di Mister Paolucci: "Ultimamente non ci gira benissimo, ma devo ammettere che non abbiamo giocato male, anzi, rispetto alle ultime due gare abbiamo fatto un discreto possesso palla, ma ultimamente ci inceppiamo in fase realizzativa. Anche oggi ci è mancato qualcosa negli ultimi dieci metri e non abbiamo finalizzato come avremmo dovuto e a parte un paio di occasioni non siamo mai state davvero pericolose. Lo sport è fatto anche di alti e bassi: a volte gira bene, altre volte meno. Dobbiamo mantenere la concentrazione alta in attesa di tempi migliori. La cosa più importante ora è la coesione del gruppo e in quest’ottica, anche se andiamo a casa senza punti, siamo sereni perché abbiamo la garanzia di essere una squadra forte e unita."

 

 

Angela De Rosa