Femminile Serie C - Analisi 6° Giornata

WEEKEND DI CONFERME


 

Questa sesta giornata di Serie C femminile non porta particolari sorprese, ma ci permette di iniziare a delineare le due classifiche e quali squadre lottano davvero per raggiungere il Girone Gold. San Michele e Cska Corridonia vincono contro Atl Urbino e Bayer Cappuccini non senza sofferenze, ma continuano a primeggiare nelle rispettive classifiche lasciando le avversarie dietro ad attendere eventuali loro scivoloni. Nel Girone A, infatti, si posizionano sotto alle ragazze di Mister Longarini, Pian di Rose e Corinaldo, che vincono rispettivamente contro Acli Mantovani e Jesina. Nel Girone B il Recanati, vincente contro il Cantine Riunite Tolentine, entra nella zona blu raggiungendo Polisportiva Borgosolesta e La Fenice, con la prima che si porta a casa tre punti contro il Ripaberarda e la seconda che pareggia contro la Polisportiva Mandolesi.

 

 

GIRONE A

 

Pian di Rose e Acli Mantovani danno il via a questa sesta giornata di campionato. Due squadre lontane in classifica e con esperienze collettive ed individuali differenti. Entrambi i mister si trovano a dover fare i conti con assenze importanti, soprattutto le locali, ma un Esposto travolgente annulla ogni tipo di mancanza in casa Pian di Rose e trascina la sua squadra alla vittoria. In tredici minuti del primo tempo chiude ogni speranza di gloria delle ragazze di Mister Battistoni segnando una tripletta dolorosissima. Nel secondo tempo le ospiti si alzano e mettono maggiormente in difficoltà il nuovo portiere Gramolini, che ne esce con zero reti subite alla prima partita con le rosanero. Nei secondi trenta minuti c'è tempo anche del gol-riscatto di Fracassi, che segna la prima rete stagionale, dopo un infortunio che l'ha tenuta fuori per mesi. Continua il periodo non positivo per Moglie e compagne, che ora devono lasciare da parte il campionato e pensare solo ed unicamente alla Semifinale di ritorno di Coppa Marche contro il Recanati di martedì 12, che decreterà chi sarà la finalista. Tutto fila liscio in casa di Mister Zanchetti con le sue ragazze che seguono la prima in classifica, il San Michele, in attesa di un passo falso.

 

 

San Michele-Atl Urbino danno vita ad una gara sempre in bilico, soprattutto nel primo tempo, dove l'equilibrio tra i due team è stato la base. Anche se con parecchi punti di differenza, le giovani di Urbino si fanno presto sentire con un gol al quinto minuto di Capitan Morichelli, ma Paolucci ci mette poco a pareggiare i conti. A metà tempo Imperio fa nuovamente sognare le proprie compagne andando per la seconda volta in vantaggio, ma le ospiti si fanno nuovamente raggiungere allo scadere del primo tempo con la rete di Savelli. Nel secondo tempo si fa sentire la stanchezza da parte delle ragazze di Mister Pierleoni e una certa esperienza delle locali, che ben presto, con la solita Bonito, mettono a segno il primo vantaggio del match. Poi ci pensa Fatica, a cinque dal termine, a chiudere la gara con un 4-2 di misura. Questi sono tre punti importantissimi per le ragazze di Longarini, che continuano la loro volata in solitaria e ora devono subito prepararsi al meglio per la gara di martedì contro il Corinaldo utile per il raggiungimento della Finale di Coppa Marche. Mentre, non è tutto da buttare per le universitarie, che tengono testa per quasi quaranta minuti alla squadra più pericolosa del Girone A e riescono anche ad avere la forza di andare in vantaggio per ben due volte. Riusciranno presto a mostrare tutte le loro doti, che abbiamo già conosciuto nelle passate stagioni.

 

 

Una delle partite più attese della giornata era senza ombra di dubbio Corinaldo-Jesina, uno scontro diretto tra due rivali che si contendono i primi posti in classifica. La Jesina, dopo lo scivolone subito contro il San Michele, deve assolutamente riscattarsi, ma le ragazze di Mister Bronzini non lasciano spazio e speranze alle jesine, che subiscono un 2-0 bruciante. Con i gol di Aquinati e Grassi le corinaldesi superano le ospiti, rimangono a parità di punteggio con il Pian di Rose e restano in scia per agguantare il primo eventuale errore dal parte del San Michele. Dopo aver conquistato questi tre punti l'obiettivo, prima della prossima giornata di campionato, è vincere lo scontro contro il San Michele per portarsi a casa il pass per la Finale di gennaio. Invece, arriva la seconda sconfitta consecutiva per le ragazze di Mister Lorenzetti, che dopo un inizio impeccabile, perdono alcuni punti importanti per strada, ma rimangono comunque nella zona importante della classifica.

 

 

GIRONE B


Recanati-Cantine Riunite Tolentino apre la sesta giornata per il Girone B. Partita importante per le ospiti che, dopo la vittoria contro le ascolane di Baldi, possono continuare la scia positiva cercando di superare le rivali ed inoltre è sicuramente una partita sentita da Mister Buschittari, che lo scorso anno ha allenato le recanatesi. Contrario ad ogni aspettativa di equilibrio, il primo tempo è tutto delle giallorosse, che mettono un grande punto esclamativo sulla gare con tre reti, due di Acciarresi e una di Casagrande. Nel secondo tempo le ospiti tentano di mettere maggiormente in difficoltà le avversarie, ma l'unica palla ad entrare è quella di Mannella negli ultimi minuti del match. Troppo tardi per riuscire davvero a sistemare una gara pregiudicata da un primo tempo ottimo delle locali. Con questo risultato Lacchè e compagne scivolano in penultima posizione, mentre le giocatrici di Mister Ricciardi raggiungono la Polisportiva Borgosolesta e si piazzano in terza posizione superando La Fenice. Ora tutte le forze saranno rivolte verso la gara di ritorno della Semifinale di Coppa, dove cercare di raggiungere la tanto bramata Finale.

 

 

Ripaberarda-Polisportiva Borgosolesta si giocano l'unico vero derby del campionato. Derby tutto ascolano tra due squadre, ora come ora, in punti opposti della classifica e questo viene confermato dall'ottima prestazione delle ospiti. Le reti di Catalini, Ciabattoni e Capitan Mazzacane (oggi con la fascia, vista l'assenza di Corradetti) non bastano per fermare la valanga delle ragazze di Mister Baldi, che battono Silvestri con sette reti. Vanno in rete per le ospiti Pedicelli, Vagnoni, Basili e con due doppiette Carlini e Patacca. C'è poco da fare per le locali, che non riescono a trovare il giusto piglio per poter mettere davvero in difficoltà le avversarie e con questa sconfitta scendono in ultima posizione. Arriva, invece, una ventata di aria fresca per Magno e compagne, che, dopo due sconfitte consecutive, ritrovano la vittoria e sfruttano il pareggio de La Fenice per riprendersi il secondo posto.

 

 

La partita più in bilico di questa giornata è senza ombra di dubbio Cska Corridonia-Bayer Cappuccini. Le maceratesi con un'eventuale vittoria avrebbero potuto raggiungere le avversarie e tentare di entrare nella parte blu della classifica. Questo piccolo miracolo, però, viene solamente sfiorato. Le padrone di casa sbloccano presto il match, ma vengono subito raggiunte dalle maceratesi con il gol di Capitan De Vincentis. Prima dello scadere dei primi trenta minuti Volonnino permette alla sua squadra di andare in vantaggio. Di ritorno dagli spogliatoio Gasparrini piazza il doppio vantaggio ospite mettendo in seria difficoltà Ruggeri e compagne, che, però, con grande esperienza, riescono a rimettere la gara sulla retta via e danno il via ad alla remuntada. Quindi, con la doppietta di Lovascio e i gol di Bacaloni e Ruggeri, ritrovano il vantaggio e vincono con un 4-3 di misura, che permette loro di rimanere in prima posizione in solitaria. Una sconfitta amara per le ragazze di Mister Aran, che avevano la partita in pugno, ma non sono riuscite a tenersi dalla propria parte il risultato favorevole. Poco male, tolti i tre punti sfiorati, hanno comunque mostrato grande caparbietà contro la squadra prediletta per la vittoria finale.

 

Le parole di Mister Castellani: “Quello che sto cercando di trasmettere alle ragazze, con alterne fortune, è che non è sufficiente giocare bene per portare a casa le partite. Quest'anno ci sono tantissime squadre brave, organizzate e che giocano un ottimo futsal e il Bayer Cappuccini è sicuramente una di queste. Come contro Mandolesi, non stavamo giocando male, ma quello che mancava era l'aggressività e la voglia di prenderci i tre punti. Sotto 3-1 con meno di 20 minuti da giocare ho visto finalmente la reazione di orgoglio di una squadra che non voleva mollare, che ha fatto di tutto per rimanere in partita anche quando il risultato non era favorevole. La vittoria è un giusto premio al gioco espresso, ma senza la grinta che ci hanno messo oggi non sarebbe mai arrivata. Voglio fare un plauso a Lovascio, una ragazza che ha margini di miglioramento incredibili e che oggi è stata decisiva per noi.”

 

 

L'ultima gara di questa sesta giornata se la giocano La Fenice-Polisportiva Mandolesi. Gara sentita, importante per entrambe le squadre per poter rimanere o entrare nella zona blu della nostra classifica ed, inoltre, nessuna delle due vuole venire meno a tutti i risultati positivi raggiunti in queste prime giornate di campionato, che non le vedono uscire sconfitte dal primo match di Serie C. Non una delle giornate migliori per nessuna della due squadre, che si studiano e cercano entrambe di colpire l'altra. Nel primo tempo è evidente la difficoltà delle locali, che non sembrano avere troppa lucidità e vengono colpite da Casturà per lo 0-1. Le potentine nel secondo tempo trovano maggiore compattezza e sventano tutti gli attacchi delle ragazze di Mister Grossi, fino a trovare il guizzo del pareggio con un'azione in solitaria di Alessia Pezzola. Prese dal momento concitato, le padrone di casa rischiano di trovare anche la vittoria, ma un pareggio accontenta entrambe. Con questo risultato le ospiti rimangono nella scia per lo sprint finale, mentre Rebichini e compagne scendono in quarta posizione, ma rimangono comunque nella zona più importante della classifica.

 

Il commento di Mister Paolucci: “Oggi era una partita complicata e lo sapevamo, ma forse proprio questo ci ha frenate un po’ a livello mentale. Abbiamo faticato tanto a costruire gioco nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo reagito bene, creato molto, sprecato anche un po’, ma alla fine siamo riuscite a portare a casa un importante pareggio. Sono molto fiero delle mie ragazze perché oggi la partita si era complicata davvero molto, ma loro hanno reagito da grande squadra.”

 

 

FOCUS

NON SOLO PORTIERI

 

In questa sesta giornata di Serie C rosa non potevamo dedicare uno spazio apposito per ben due portieri andati a segno. In questa domenica sportiva Margherita Grassi (Corinaldo) ed Elena Ruggeri (Cska Corridonia) piazzano entrambe un gol rispettivamente alla Jesina e alla Bayer Cappuccini. Non solo sono tra i portieri più forti del nostro campionato, ma, inoltre, si mostrano importanti anche in zona offensiva. Inoltre, non possiamo non citare anche la doppietta di Katiuscia Acciarresi con la sua Recanati, ex portiere in squadre di tutto valore, come ad esempio il Città di Falconara, che dopo le tante soddisfazioni da estremo difensore, ora si toglie alcuni sassolini dalla scarpa anche da giocatrice di movimento.

 

 

Angela De Rosa