Femminile Serie C - Analisi 4° Giornata

PRIME FUGHE


Questa quarta giornata è all'insegna delle prime fughe, infatti, nel Girone A iniziano a dare segni di prime volate San Michele e Jesina, oggi a riposo, ma comunque in prima posizione. Nel Girone B, invece, il Cska Corridonia mette la quinta, vince, sfrutta lo scivolone della prima sconfitta stagionale della Polisportiva Borgosolesta e va in prima posizione. L'unico pareggio della giornata è tra Bayer Cappuccini e Polisportiva Mandolesi. Vince nettamente il Corinaldo e vincono di misura, dopo partite avvincenti La Fenice e Cantine Riunite Tolentino, entrambe alla prima vittoria stagionale.

 

GIRONE A

 

Primo racconto di questa quarta giornata riguarda la gara tra San Michele e Acli Mantovani. Due team diversi tra loro, che hanno raggiunto la Semifinale di Coppa non senza sbavature, ma stanno cercando di trovare i giusti ritmi e la forma migliore. Due squadre diverse tra loro anche per le diverse individualità che stanno spiccando nella squadra di Mister Longarini. Non a caso anche in questo match, come nelle ultime tre gare di campionato, vanno a segno Fatica e Bonito, rispettivamente con tre e due reti e si prendono sulle spalle l’intera squadra. Ad accorciare le distanze per la squadra guidata da Mister Battistoni ci pensano Verena Vaccari e Ripesi. Finisce, quindi, 5-2 il primo match della giornata, che vede scivolare ancora le anconetane e volare in prima posizione Giacci e compagne assieme alle jesine.

 

 

Come appena accennato, il San Michele si trova a condividere la prima posizione a nove punti assieme alla Jesina, che proprio contro l’Atl Urbino si impone portandosi a casa la quarta vittoria su cinque gare ufficiali. La squadra di Mister Lorenzetti si presenta al meglio ad Urbino e riesce a scamparla con un secco e di misura 0-2, grazie alle reti di Gagliardi e Lasca. Le ragazze capitanate da Morichelli lottano più che possono di fronte alla corazzata biancorossa, ma ancora è evidentemente troppo presto per vedere la squadra concreta e decisiva della passata stagione. Ora avranno un turno di riposo per poter analizzare tutti gli errori di queste prime quattro giornate, cercare le soluzioni e provare il colpaccio a San Michele al Fiume nella sesta giornata.

 

Il commento di Mister Pierleoni: “Rispetto alla settimana scorsa ho visto molta più fame di portare a casa questa partita; probabilmente, però, è un periodo no, non riusciamo a concretizzare le occasioni che ci si propongono e invece appena facciamo un errore veniamo puniti subito. Adesso ci aspetta la settimana di riposo e la utilizzeremo per ritrovare la condizione migliore.”

 


In chiusura di questa quarta giornata di Serie C per il Girone A ci sono Corinaldo e S.Orso. Le piccole fanesi, oggi prive anche della loro guida in campo, Pettinari, cercano di difendersi alla meglio contro l’armata di Mister Bronzini. Le sue ragazze si portano a casa tre punti con una goleada nella quale vanno a segno ben otto giocatrici su undici (capitan Baci, Rogani, Amedano, Verri, Api, Nacciariti, Cantarini e Tazzari con una doppietta). Nulla da fare per le giocatrici di Mister Scarpellini che, dopo sei gare ufficiali, sono ancora in cerca del primo punto e si trovano a dover fare i conti con forse troppi gol subiti, ma avranno modo di farsi valere durante questa stagione. Mentre tutto fila liscio per le corinaldesi, che in questa stagione sono state fermate solo dal Pian di Rose nella terza giornata e martedì si giocheranno la Semifinale d’andata contro il San Michele per provare a mettere il primo mattoncino per la Finale di gennaio.

 

 

GIRONE B

 

 

Recanti-La Fenice non è stata sicuramente una gara per deboli di cuore. Le due squadre hanno fatto un grande salto in avanti rispetto allo scorso anno e lo stanno dimostrando in ogni modo in campo. Una gara ricca di ritmo e fisicità dal primo fino all'ultimo secondo. Ad aprirla ci pensa capitan Stacchiotti concludendo a rete uno schema pregevole. Ben presto arriva il pareggio di De Rosa. Poi sul finire dei primi trenta minuti Berdini buca difesa e portiere e insacca il vantaggio. Di ritorno dagli spogliatoi la partita è sempre più accesa e le possibilità di pareggiare per le locali e di aumentare il gap per le ospiti sono infinite, ma vengono mal sfruttate. Entra, però, la palla rocambolesca di Angeletti per il momentaneo 1-3. A pochi giri di orologio dal termine, Stacchiotti accorcia le distanza ancora su schema, ma le ragazze di Mister Ricciardi non riescono a trovare il pareggio. Poco male per le recanatesi che perdono tre punti, ma mettono in campo un ottimo gioco e si dimostrano una delle squadre da battere in questo campionato. Mentre arriva la prima vittoria stagionale per Rebichini e compagne dopo una mole infinita di pareggi.

 

Le parole di Mister Paolucci: “Che dire... Abbiamo portato a casa una vittoria importantissima ed estremamente difficile contro un’ottima squadra. È stata una di quelle partite in cui ogni singolo episodio avrebbe potuto spostare l’ago della bilancia a favore di una squadra o dell’altra. Alla fine l’abbiamo spuntata noi, soffrendo tantissimo, mettendo in campo carattere e spirito di squadra che, lo ammetto, stanno sorprendendo ogni giorno di più anche me. Oggi più che mai le mie ragazze meritano un plauso da parte mia, perché hanno saputo mantenere alta la concentrazione anche nei momenti più difficili e sofferti.”

 

 

Altro match sempre sul filo del rasoio è Cantine Riunite Tolentino-Polisportiva Borgosolesta. Quello di Tolentino è un campo ostico per tutti da sempre e lo dimostra questa gara, che vede le ascolane in difficoltà già dopo 120 secondi, quando Mannella insacca il bruciante 1-0. Poi tra attacchi e contrattacchi, bisogna aspettare i secondi trenta minuti per vedere altre reti. Infatti, all'inizio della seconda frazione, Paggi insacca il doppio vantaggio, che viene, dopo neppure tre minuti, accorciato da Patacca. Poi più nulla, la gara rimane sul 2-1 fino alla fine del match rischiando sempre di vedersi cambiato il risultato finale, ma senza successo. Arriva così la prima vittoria in campionato per le ragazze di Mister Buschiattari e arriva contro una squadra di tutto rispetto, mentre arriva anche la prima sconfitta nella loro storia societaria per Magno e compagne che, dopo una serie di risultati positivi, con questo risultato vengono superate dal Cska Corridonia, ma rimangono comunque in scia per accaparrarsi la parte più alta della classifica.

 

 

Altro match al cardiopalma è, senza ombra di dubbio, Bayer Cappuccini-Polisportiva Mandolesi. Match travolgente, ricco di corse e rincorse, che vede confrontarsi due squadre fisiche e in cerca di punti, dopo un inizio di campionato non travolgente. Ad aprire le danze ci pensa il nuovo arrivo nelle fila maceratesi, Fedeli, ma ben presto Casturà con una doppieta porta in vantaggio il proprio team. A ristabilire il vantaggio ospite ci pensa di nuovo Fedeli e poi Volonnino, ma, prima che l'arbitro fischi la fine del primo tempo, Pallotti insacca il momentaneo pareggio (3-3). Dopo trenta minuti spumeggianti, i secondi trenta non sono da meno, infatti Alunno riporta ben presto le proprio compagne in vantaggio, ma ci pensa capitan De Vincentis a pareggiare nuovamente i conti. Si ripropone ancora la situazione di vantaggio delle ospiti con la rete di Fratalocchi, ma sul più bello Riposati riporta tutto sul finissimo filo dell'equilibrio. Match infinito, che alla fine non premia con tre punti nessuna delle due, ma stupisce come nessuna delle due abbia mai mollato fino all'ultimo secondo e, forse, un pareggio, dopo una partita simile, ha comunque il sapore di vittoria.

 

 

Per la serie “gare mai scontate” si aggiunge anche il match Cska Corridonia-Ripaberarda. Le due squadre, che lo scorso anno si sono trovate a parecchia distanza in classifica, danno una vita ad una gara, come le altre tre precedenti, sempre in dubbio. Il tracollo di una o dell'altra è sempre dietro l'angolo, ma le locali sfruttano al meglio la propria esperienza e con le reti di Cicchitti, Cecarelli e Bacaloni si portano a casa con una vittoria di misura i tre punti sovrastando le reti di Pica e capitan Corradetti. Una sconfitta poco gradita per le ascolane, che, comunque, stanno dimostrando di poter far molto in questa stagione, basta solo trovare il giusto ritmo. Tre punti importantissimi per le ragazze di Mister Castellani che, anche se è ancora presto per fare calcoli, si portano in prima posizione in solitaria, superano la Polisportiva Borgosolesta e rimangono l'unica squadra della Serie C, assieme alla Jesina, a non aver mai perso in questo inizio di stagione.

 

 

Angela De Rosa