Femminile Serie C - Analisi 2° Giornata

FINO ALL'ULTIMO SECONDO


Questo sport è magnifico proprio perché non è mai ovvio, mai banale e non finisce mai di stupirci, nemmeno quando crediamo che il risultato sia certo, nemmeno quando manca un minuto alla fine o cinque secondi. Questo sport finisce solo con il triplice fischio e lo sanno bene Pian di Rose e Bayer Cappuccini, che perdono proprio all'ultimo rispettivamente contro San Michele e Ripaberarda. Vincono non senza pene Jesina e Cska Corridonia beffando di misura Acli Mantovani e Recanati. Vince senza particolari problemi l'Atl.Urbino contro il S.Orso, mentre si portano a casa un punto Cantine Riunite Tolentino, Polisportiva Mandolesi, Polisportiva Borgosolesta e La Fenice. Riposa nel Girone A il Corinaldo.

Dopo soli 120 minuti non si possono fare previsioni di alcun tipo, ma possiamo osservare che per ora le uniche squadre a punteggio pieno sono Jesina e Cska Corridonia, mentre rimangono ancora a secco di punti solo Acli Mantovani e S.Orso. Ma andiamo a vedere nel profondo come sono davvero andate le nostre squadre in questa seconda giornata di Serie C.

 

 

GIRONE A

 

La gara di lancio di questa seconda giornata di campionato è tutta nelle teste e nelle gambe delle giocatrici di Jesina e Acli Mantovani. Entrambe reduci da due match di Coppa infrasettimanali, che hanno visto la prima perdere il pass per la Semifinale contro il Corinaldo, mentre la seconda è riuscita ad accaparrarsi un posto tra le prime quattro con un pareggio contro La Fenice. Sono proprio le ospiti ad aprire il match con Verena Vaccari. A pochi giri di orologio dopo la pausa Lasca insacca un rigore per il pareggio. Con la doppietta, Verena Vaccari porta di nuovo in vantaggio le proprie compagne a metà tempo, ma presto Cini sfrutta al meglio il secondo rigore concesso alle leoncelle. Il finale di gara è tutto delle ragazze di Mister Lorenzetti, che negli ultimi quattro minuti siglano il definitivo sorpasso e anche il doppio vantaggio con Ghelfi e poi con Lasca per il 4-2 finale. Peccato per le anconetane che per 45 minuti tengono testa alle locali, ma cedono all'ultimo alle jesine, che saltano a pieni punti verso il primo posto in solitaria.

 

 

Il titolo di match della giornata se lo prende meritatamente San Michele-Pian di Rose. Si incontrano per la terza volta in quattro partite ufficiali due squadre compatte, toste e che si sono date filo da torcere in ogni gara anche nella passata stagione. Le ragazze di Mister Zanchetti arrivano con il dente avvelenato per il mancato passaggio del turno di Coppa,  ma a sbloccare il match ci pensa Fatica su rigore a metà del primo tempo. Prima del doppio fischio Ciacci pareggia i conti legittimando una buona prima frazione per le ospiti. Di ritorno dagli spogliatoi le ragazze di Mister Longarini spingono forte e trovano il vantaggio con una fortuita autorete di Nespola. A sistemare il punteggio ci pensa ancora Ciacci. Il 2-2 sembrava il risultato giusto per questa gara, visto anche l'orologio, ma questo sport ci stupisce ogni volta e ci ricorda che la gara finisce solo al triplice fischio, infatti, le locali prendono palla a metà campo, con due triangoli arrivano in porta e Bonito insacca a cinque secondi dalla fine la palla che decreta la seconda vittoria su tre per il San Michele contro Giacomini e compagne.

 

 

La terza ed ultima sfida del Girone A la disputano Atl.Urbino e S.Orso. Due delle squadre con l'età media più bassa dell'intero campionato, ma l'età ancora più bassa delle ospiti si fa sentire e le giovani universitarie sfruttano al meglio questo match mettendo in campo tutte le loro abilità e caratteristiche individuali e di squadra, tanto da mandare a rete ben cinque differenti giocatrici: Imperio, Mengoni, Montironi, Morichelli e Bianco. Per le ragazze di Mister Scarpellini il gol della bandiera lo segna Mariotti, che ha anche la possibilità di siglare la personalissima doppietta su rigore, ma la sciupa. Poco male per le nuove leve fanesi, che, però, stanno dimostrando di migliorare e crescere partita dopo partita. Buona prestazione per le ragazze capitanate da Morichelli, che, dopo lo scivolone della prima giornata, tornano a mostrare la propria vera forza.

Il commento di Mister Pierleoni: “Oggi siamo entrate in campo subito con la concentrazione giusta, manca ancora un po' di fiato ma stiamo già tornando ai livelli dell'ultima parte della scorsa stagione. Un complimento alla squadra del S.Orso è d'obbligo, sono giovanissime, ma vista la qualità sono sicuro che già in poco tempo riusciranno a togliersi parecchie soddisfazioni!”

 


GIRONE B

 

In pole position per i secondi sessanta minuti di campionato ci sono Recanati e Cska Corridonia. Due squadre che hanno iniziato con il piede giusta la stagione, soprattutto le recanatesi, che in questa settimana hanno raggiunto la Semifinale di Coppa Marche pareggiando contro la Polisportiva Mandolesi. Partita dura, difficile da sbloccare per la caparbietà di entrambe le formazioni, ma la prima ed unica palla ad entrare in rete è quella calciata dal piede di Bacaloni, che insacca lo 0-1 definitivo. Stacchiotti e compagne non riescono a creare come possono e, dopo il vantaggio delle ospiti, non riescono a cambiare passo, anzi sciupano anche la chance del pareggio su rigore. Così le locali perdono la prima partita stagionale, mentre le giocatrici capitanate da Storani vanno prime in classifica a punteggio pieno.

Le parole di Mister Castellani: “Abbiamo giocato contro una squadra molto organizzata, che dirà la sua fino alla fine dei Play-Off. Partita molto chiusa, risolta da un'invenzione di Bacaloni, siamo state brave e fortunate a segnare per prime. Faccio i complimenti a loro per il gioco espresso, ma soprattutto alle mie ragazze per la grinta e l'applicazione che hanno messo in fase difensiva. Potevamo chiuderla prima, dopo il gol abbiamo avuto due grandi occasioni, ma anche loro potevano pareggiare gol rigore e con altre occasioni ben costruite. Ci prendiamo questi tre punti su un campo dove poche squadre raccoglieranno qualcosa e continuiamo a lavorare.”

 


Altra partita sofferta fino all'ultimo è Cantine Riunite Tolentino-Polisportiva Mandolesi. Inizio di stagione amaro per entrambe le squadre, che si vedono scippare il posto in Coppa dal Recanati. Infatti, si incontrano per la seconda volta in questo inizio di stagione, dopo la vittoria di misura delle ragazze di Mister Buschittari. Partita bloccata, dove nessuno dei due team riesce a trovare il giusto modo per sorpassare l'altro. Le ospiti soffrono il campo grande di Tolentino, ma Agliottone, adattata nel ruolo del portiere in questa stagione, dà il meglio di sé facendo passare solo il gol di Mannella, mentre le padrone di casa soffrono le disattenzioni e le leggerezze in fase difensiva, e vengono colpite da Casturà nel finale di primo tempo per il definitivo pareggio. Il secondo tempo termina con zero reti ed entrambe le squadre si portano a casa il primo punto in campionato.

 

 

Come si era previsto una delle sorprese di questa stagione sarebbe potuta essere il Ripaberarda, e così è stato. Infatti, le ragazze del Riparosa beffano proprio all'ultimo la Bayer Cappuccini. Ma partiamo dall'inizio. Nel primo tempo entrambe le squadre mettono in luce tutte le proprie capacità difensive e portarono il parziale del primo tempo a reti inviolate. Il secondo tempo inizia con lo stesso spirito e con la stessa attenzione, ma, alla prima disattenzione difensiva delle maceratesi, Di Buò colpisce per lo 0-1. Poco dopo capitan De Vincentis sistema il risultato. Però, proprio all'ultimo, Iena con una sforbiciata di mancino stupisce il portiere avversario e insacca il definitivo 1-2, che permette alle ragazze capitanate da Corradetti di tornare a casa con i primi tre punti stagionali e con molta più consapevolezza dei propri mezzi. Arriva, invece, la prima sconfitta in campionato per le ragazze di Macerata, che, però, proprio in questo settimana hanno cambiato mister, infatti, Mister Bonfigli lascia il suo ruolo a Mister Aran.

Le parole delle ragazze del Riparosa: “Sapevamo che la partita a Macerata sarebbe stata dura e così è stata. Rispetto alla prima di campionato partiamo molto più sul pezzo e ne nasce fin da subito una partita molto fisica. Purtroppo dopo pochi minuti per le locali si fa male Elisa Gattari alla quale auguriamo una pronta guarigione! Siamo contente di aver capitalizzato il lavoro svolto in settimana, questi punti sono molto importanti per il nostro umore proprio per il grandissimo valore delle avversarie, ora testa bassa e di nuovo a lavoro.”

 


Gli ultimi sessanta minuti di questa seconda giornata si giocano a Monterocco tra Polisportiva Borgosolesta e La Fenice. Le locali si presentano in numero ridottissimo, infatti per tutta la gara impostano una difesa bassa e chiusa, che mette in difficoltà le ospiti, che forzando le giocate permettono importanti ripartenze alle ascolane, che colpiscono per ben due volte con Galanti e Vagnoni. Nel secondo tempo le ragazze di Mister Paolucci entrano con un altro piglio e trovano i giusti spazi nella stretta, ma stanca retroguardia di Mister Baldi. Prima Alessia Pezzola, con una giocata personale, accorcia le distanze e, infine, a pochi minuti dal termine, Silvia Pezzola insacca con un tiro da lontano il portiere avversario per il pareggio finale. Un punto che rende comunque felici Magno e compagne vista la rosa cortissima, ma un punto che sta stretto alle ragazze capitanate da Rebichini, che potevano molto di più, ma riescono comunque a sistemare il punteggio dopo il doppio vantaggio e acciuffano il terzo pareggio in quattro gare ufficiali.

Le parola di Mister Baldi: “Un ringraziamento particolare va a Capitan Magno, che, pur non essendo ancora pronta per il campo, in quanto non ha ancora recuperato dall'intervento ai legamenti crociati, ha dato il suo contributo, vista la difficoltà numerica della squadra”.

 

 

Angela De Rosa