Serie A Femminile: 15° giornata

 

FALCONARA, VITTORIA MA NIENTE COPPA

UN BUON FLAMINIA CEDE ALL'OLIMPUS

la zampata decisiva di Nanà

Nel giorno del cordoglio dell’intero movimento del futsal italiano per la scomparsa di Sissy Trovato Mazza, la Serie A Femminile chiude il girone d’andata ed esprime tutti i verdetti nella griglia di qualificazione alla Coppa ItaliaMontesilvanoFutsal Salinis staccano gli altri due pass per l’accesso diretto alla Final Eight, il Futsal Florentia esce dalle prime quattro e sarà costretto a disputare gli spareggi.

TOP FOUR – Le gigliate di Colella pagano la sconfitta nel Social Match con il Kick OffFossi illude, ma le firme delle solite Vieira (doppietta) e Vanin, insieme al timbro di Guti, permettono alle sandonatesi di Russo di imporsi 4-1 in rimonta e riprendersi la vetta della classifica a scapito del Real Statte, vincente 4-3 nell’anticipo di Grisignano.

Il risultato del PalaIsolotto fa sorridere, dunque, Montesilvano e Futsal Salinis. Alle abruzzesi è sufficiente un emozionante 4-4 con il Cagliari per compiere il giro di boa al terzo posto: le sarde, avanti due volte nel punteggio nei 20? iniziali, si fanno sorpassare da Gayardo e compagne, ma riescono a riacciuffare la partita nell’ultimo minuto con Gasparini.

È dolcissima la prima di Massimiliano ‘Max’ Bellarte sulla panchina delle rosaneroMaite Exana griffano il 2-1 del PalaDolmen sul Bisceglie, a segno con Buzignani.

L’OLIMPUS C’È – Può esultare anche l’Olimpus, che passa 3-1 in casa del Flaminia e si tiene stretto il dodicesimo posto, l’ultimo utile per disputare il turno preliminare di Coppa: Berti spaventa le blues, in grado, però, di pareggiare subito con Fracassi, poi è Lisi a spaccare in due la partita.

Resta fuori, di conseguenza, il Falconara, al quale non basta il 4-1 interno alla Woman NapoliPugliese risponde a LucianiNanàDalla Villa regalano il quinto acuto in campionato alle marchigiane.

La Ternana Celebrity tocca quota 30 grazie al 5-1 sul Breganze, nel quale spicca la consueta verve realizzativa di Roda Aguilera, top scorer delle Ferelle con 18 gol.

Terzo stop di fila per la Lazio, che cade a Vibo Valentia e perde l’occasione di migliorare la decima posizione: la Royal Team Lamezia, trascinata da SaranitiKalè, supera 7-4 le biancocelesti e conquista tre punti dall’importanza capitale in chiave salvezza.

 

 

Non riesce dunque l’aggancio al Città di Falconara allo spareggio per la Coppa Italia. Ma quello che più conta è che le citizens intaschino l’intera posta in palio con il Woman Napoli fanalino di coda. L’evidente superiorità tecnica falconarese si traduce solo negli ultimi minuti quando Eliane Dalla Villa (2) elude la tattica del quinto di movimento ospite depositando in rete una salutare doppietta. Per il resto è un continuo monologo falconarese con i soliti problemi evidenziati in stagione: il mal di gol e le topiche difensive. Il vantaggio siglato da capitan Luciani, ben imbeccata da Ferrara, rimane l’unica segnatura per mezz’ora. E quando un patatrac difensivo regala a Pugliese l’1-1 sul Pala Badiali scende il gelo. Ci pensa Nanà, finalmente quasi a pieno regime, a sbrogliare la matassa con la zampata decisiva del 2-1. Il commento proprio della giocatrice brasiliana: “Quando ho visto la palla entrare ho sentito una felicità immensa. La squadra mi ha aiutato tanto. Sto tornando: adesso gioco senza sentire dolore e così posso aiutare di più le mie compagne.”

 

Un buon Flaminia cede il passo all’Olimpus con le romane galvanizzate dall’accesso agli spareggi per la Coppa Italia. Con Sabetti all’esordio tra i pali dal primo minuto sono proprio le padrone di casa ad andare in vantaggio con capitan Sara Berti al primo sigillo stagionale. Ma il vantaggio dura pochissimo ed è proprio questo la pecca mortale del pomeriggio fanese. In 90 secondi Fracassi e Lisi confezionano aggancio e sorpasso. Ci provano ancora nella ripresa  le ragazze di coach Imbriani, sfiorando in un paio di circostanza il pari. Finchè capitan Lisi timbra la doppietta personale e mette in freezer la gara. Il pensiero di Sara Berti sulla gara e sul proprio percorso personale: “Ieri abbiamo disputato una buona partita, il risultato è stato in bilico fino all’ultimo... Siamo state brave a ripartire e in alcuni momenti abbiamo provato anche a schiacciare le avversarie nella loro metà campo. Purtroppo non abbiamo mantenuto alta la concentrazione dopo il gol e abbiamo subito 2 reti in pochi minuti, davvero un peccato soprattutto perché nati da nostri errori banali e su cui stiamo cercando di migliorare! Nel secondo tempo abbiamo avuto diverse occasioni per rimettere in parità il risultato, senza riuscirci, ci si è messo anche un pizzico di sfortuna e le avversarie sono state brave a portarsi a due lunghezze e a mantenerlo fino al termine! Personalmente sto ritrovando la condizione dopo l’infortunio, anche se combatto ancora con qualche acciacco. Ieri è arrivato anche il mio primo gol stagionale, sono molto felice ma lo sarei stata ancor d più se fosse servito per portare dei punti alla squadra! Continuiamo a lavorare per migliorarci in vista del girone di ritorno. Diciamo che ci siamo un po’ fatte le ossa ed è ora di dimostrare quanto appreso in quello d’andata!”