Serie A Femminile: 13° giornata

 

FALCONARA, IMPRESA SFIORATA

FLAMINIA, KO INEVITABILE COL SALINIS

Nove gol per blindare il terzo posto e portarsi (momentaneamente) a -1 dallo Statte e a due punti dalla capolista Kick Off. Nell’anticipo della tredicesima giornata di #SerieAFemminile, il Montesilvano liquida in trasferta la Royal Team Lamezia, ottiene il sesto risultato utile consecutivo (quinta vittoria) e cancella l’ultimo minuto da incubo contro le campionesse in carica della Ternana, quando tre punti già in tasca sono evaporati con la doppietta di Roda Aguilera per il 3-3 finale. Il 9-2 che regola le biancoverdi porta ancora una volta le firme del trittico d’oro Amparo-Dayane-Gayardo. Un trio da 44 reti in campionato. La resistenza della Royal dura un tempo (3-2 il finale della prima frazione), poi nel secondo tempo è dominio ospite, con un parziale di 6-0 che vede anche il doppio sigillo di Martìn Cortes.

Nell’altro anticipo, spettacolo e rimonte tra Real Grisignano e Olimpus Roma. Alla fine la spuntano le padrone di casa per 6-3 al termine di una partita rocambolesca. Avanti le padrone di casa 2-0, poi rimonta Olimpus fino al 3-2, ma nella ripresa il bis di Troiano, una magia di Iturriaga e Prando regalano tre punti d’oro a Serandrei. Seconda vittoria consecutiva e 2018 chiuso all’ottavo posto con 22 punti.

Soffre, va sotto due volte (la prima dopo 6 secondi), rimonta e poi vince la Kick Off San Donato Milanese, capace di battere il Falconara a domicilio e di ottenere il 12° risultato utile consecutivo (11 vittorie e un pareggio). Decisiva ancora Debora Vanin insieme a Sofia Vieira che segna la doppietta personale.

Dilaga la Florentia, che abbatte la Lazio con le super prestazioni di Marta, Jessika e Aramendia. Fra due settimane chiuderà il girone d’andata il match contro la capolista, che le fiorentine non potranno sbagliare. Chi arriva fra le prime 4 al termine del girone d’andata si qualifica di diritto e sarà proprio la squadra di Colella a giocarsi gli ultimi due posti disponibili con Montesilvano e Salinis.

La formazione di Cocco dilaga sul campo della Flaminia, che resta a un punto in classifica (Salinis che continua a essere la miglior difesa del campionato).

Finisce 2-2 il big match di giornata: la Ternana rimonta il gol di Mansueto con Roda Aguilera e Vanessa, ma incassa la doccia fredda del gol di Ion. Lo Statte resta secondo e ottiene un punto importante su un campo molto complicato.

Respira il Breganze, dopo una crisi profondissima: 8-0 alla Woman Napoli con show di Boutimah e successo vitale per la zona playoff.

 

Città di Falconara mette a lungo paura alla capolista Kick Off, nonostante mister Neri non abbia praticamente cambi (Nanà e Sevilla Rodrigo praticamente poco più che ferme, Pascual, De Angelis e Correia assenti). Merito del grande cuore delle citizens e di una monumentale Sofia Luciani. La numero 10 del Falconara gioca una partita memorabile, trascinando con se tutto il Pala Badiali. Nel primo tempo segna due gol, il primo emulando Van Basten, il secondo con uno scavetto, colpisce una traversa, manda in porta Dalla Villa (palo). In tutto questo le milanesi ci mettono 30 minuti per passare in vantaggio concretizzando così la netta supremazia tecnica e territoriale. Nel finale il portiere ungherese Nagy è brava a negare la quarta rete ospite. Dando modo alle falchette di avere l’ultima chanche per il pareggio. Su Ferarra para di piede Di Biase e poi Ciferni spara alto. Il gong arriva così in anticipo di 30 secondi quando Vieira ruba la palla col quinto di movimento e s’invola a porta vuota. Il commento del presidente Marco Bramucci: “Quando c’è la concentrazione giusta e le prestazioni singole sono di questo livello, anche con metà squadra possiamo dare fastidio a tutti. La gara di Sofia Luciani? E’ dallo scorso anno che le chiediamo di migliorare ancora. E’ un atleta che deve ambire ad una dimensione internazionale. Oggi ha fatto un po’ di più. Ha giocato sulla luna.”

 

Dopo la trasferta di Milano col Kick Off, il Flaminia ha ospitato il Futsal Salinis, corazzata pugliese arricchita dall’arrivo dicembrino di Taty, capitano della nazionale brasiliana. Insomma un’altra gara in cui i valori in campo sarebbero stati inevitabilmente impari. La resistenza delle fanesi è come al solito molto buona per una parte di gara. Fino a quasi tutto il primo tempo Maite e company non riescono a bucare la rete. Ci riescono su autogol al 17’, salvo raddoppiare poco prima dell’intervallo con Rozo. La ripresa diventa così una formalità per le ragazze di Chicco Cocco. Lo score si ferma sullo 0-7. E allora coach Alessandra Imbriani dalla pagina facebook ufficiale del Flaminia, più che parlare della gara, fa il punto sull’anno solare appena trascorso: "Il percorso fatto finora non ci ha regalato grandi gioie e questo campionato di elevata qualità, ci mette continuamente a dura prova. Ammetto che in questi mesi ci sono stati momenti difficili, ma ho un gruppo di ragazze eccezionali prima di tutto come persone e poi come giocatrici, ragazze spinte da una forte passione e da un grande senso di sacrificio e coesione e sono sicura che non molleranno fino alla fine, godendosi quanto guadagnato sul campo l'anno scorso e ripagando così ogni sacrificio fatto per essere qui tra le grandi.”

 

 

Peppe Gallo

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.