Allievi: analisi 9°giornata

 

DON'T STOP ME NOW!

Ai primi campioni d'inverno Cus Ancona e Civitanova si aggiunge l'Alma Juventus Fano, ma è solo l'inizio...

Il bilancio del girone d’andata (un assaggio di quella che sarà la volata finale), nelle parole degli allenatori.

 

Allievi fine girone d' andata

 

GIRONE A

Nel primo testa a testa la spunta la capolista Alma Fano di mister Luca Scapecchi primo con il miglior attacco (60 gol) e vincitore dello scontro diretto in casa propria contro il Corinaldo, ora al secondo posto. I corinaldesi, dal canto loro, rispondono con la miglior difesa (18 gol subìti) e un -1 nelle loro corde. Entrambe le squadre saranno protagoniste delle Finals di Coppa Marche con gli accoppiamenti Civitanova-Corinaldo, Alma-ASKL. Al terzo posto il Real San Costanzo, squadra con un anno in più e con una certezza in panchina di nome Federico Baldarelli. Per loro sei vittorie e due sconfitte e un -3 dal Corinaldo. Quarta posizione per il PesaroFano: nelle prime quattro gare due soli punti poi quattro vittorie consecutive. La banda Carnaroli c'è. Quinto posto per la matricola Città di Falconara che, zitta zitta è stabile in zona playoff con il fiato sul collo, però della Buldog Lucrezia. Due squadre, grinta e tenacia, grazie alle iniezioni dei mister Cotichelli e Zenobi. Amici del Centro Sportivo, Audax Sant’Angelo e Pesarese nelle ultime posizioni a farsi ossa e ossatura. Attuale capocannoniere del girone Alessandro Bacchiocchi del Corinaldo.

 

Mister Scapecchi (Alma Fano): “Primi dopo il girone di andata non significa nulla se non che dobbiamo continuare su questa strada e crescere ogni settimana.”

Mister Tinti (Corinaldo): “Il girone d' andata ha messo in risalto le nostre potenzialità. Fatichiamo a trovare stimoli giusti partita per partita e alcune gare si sono macchiate di superficialità e scarso aiuto comune. In altre la maggior partecipazione ha acceso momenti di buon futsal e divertimento collettivo. Ci attende ora la capacità di trovare il giusto equilibrio per poter competere fino in fondo.”

Mister Baldarelli (San Costanzo): “Il bilancio è senza dubbio positivo. Nel girone di ritorno, come spesso accade, ci sarà anche più equilibrio. Dopo una prima fase di rodaggio, credo che i ragazzi abbiano iniziato gradualmente ad acquisire consapevolezza dei propri mezzi; mi auguro che questo aspetto, oltre alle motivazioni e all’umiltà, farà da traino per il nostro cammino futuro. L’obiettivo è, prima di tutto, trasmettere e allenare la capacità di coltivare sogni, più concretamente, fare in modo che la maggior parte di loro sia pronta al più presto ad affrontare la realtà della prima squadra."

Mister Cotichelli (Città di Falconara): “Stiamo crescendo bene, considerando che diversi ragazzi vengono dal calcio a 11. Non nascondo che qualche punto in più potevamo averlo, ma non mi lamento, vista la nascita di questa squadra quattro mesi fa. Grande entusiasmo per questo sport a Falconara, sono sicuro che i risultati arriveranno. Quindi occhio al CdF!"

Mister Carnaroli (PesaroFano): “A livello personale, essendo al mio debutto in una realtà giovanile, credo sia un'esperienza stimolante, ma anche molto impegnativa. Arrivati al giro di boa, penso che il Corinaldo, l’Alma Fano e il San Costanzo abbiano dal punto di vista tecnico/tattico e come individualità qualcosa di più rispetto alle altre. Tra le altre squadre, noi compresi, c’è un generale equilibrio.”

Mister Silvestrini (Amici del Centro Sportivo Mondolfo): “Un buon girone d’andata per noi con una squadra completamente nuova e con molti di loro per la prima volta protagonisti di un campionato di calcio a 5. Nonostante tutto, tranne con alcune, i ragazzi hanno fatto buone prestazioni, giocandosela con tutti gli avversari. Sono sicuro nel girone di ritorno cresceranno ancora di più.”

 

GIRONE B

Una lotta a due per il titolo del girone. Otto vittorie, zero sconfitte per il Cus Ancona di mister Gallozzi. Miglior difesa (19 gol subìti), ma non migliore attacco lasciato alla seconda Cus Macerata (98 reti). Un gioco corale, quello degli anconetani contro uno un po' più individualista incentrato su Marangoni (capocannoniere con 41 gol). Tre punti le dividono. Staccate di otto Virtus Fabriano e Jesi: la prima, realtà già rodata, sta crescendo e togliendosi belle soddisfazioni, la seconda, matricola, sta prendendo consapevolezza di se stessa. Al quinto posto a pari merito, ma con qualche centimetro in più l’Acli Villa Musone, subito dietro l’Acli Mantovani. Ancora in lizza per un posto playoff HR Recanati e Osimo Five. Chiude la classifica Cantine Riunite Tolentino, tanta voglia d’imparare per loro.

 

Mister Gallozzi (Cus Ancona): “Un girone d’andata che vede il Cus Ancona imporre il proprio dominio dalle prime giornate, riuscendo a centrare il massimo del bottino a disposizione. Un primo posto coronato da tutte vittorie, mettendo in mostra ottime individualità come Sabbatini e Ioio."

Mister Zampolini (Cus Macerata): “Considerando che all’inizio dell’anno non sapevamo se saremmo riusciti a fare la squadra, siamo contenti. C’è molto da lavorare su tante cose, ma la strada è quella giusta.”

Mister Petrucci (Jesi): “Un campionato, per me completamente nuovo, non conoscevo niente e nessuno. Ho visto un buon livello, equilibrato, con il Cus Ancona e Macerata più avanti delle altre.  A parte loro che stanno facendo un campionato a parte, le altre possono vincere o perdere con tutte. Sono soddisfatto dei miei anche se credo occorra migliorare sotto tutti gli aspetti: tecnici, tattici, gioco collettivo, individuale, calci da fermo, difesa… Viste le squadre, nella seconda fase potremo toglierci delle belle soddisfazioni, ma dipende tutto da noi, dalla nostra voglia di far bene.”

Mister Magnaterra (Villa Musone): “E’ stato un girone d’andata di alti e bassi. Ho un gruppo di 18 ragazzi e gestire tutte le situazioni e dinamiche di squadra non è facile. Dobbiamo fare il massimo e imparare da questa stagione, sono tutti 2000 e il lavoro va fatto sul biennio.”

Mister Ferraresi (Acli Mantovani): "Nell'ottica della politica societaria non vengono commentati i risultati sul campo, ma la crescita dei ragazzi che si affacciano per la prima volta nel mondo del futsal. La squadra, molto giovane (2000 e alcune apparizioni per i 2001 e 2002, sta crescendo di partita in partita, cercando di metabolizzare le dinamiche di questo gioco. Il bilancio non può che essere positivo in quanto il gruppo si applica con voglia e disciplina giorno dopo giorno. La strada è ancora lunga per diventare buoni giocatori, ma, se il buongiorno si vede dal mattino, allora è quella giusta."

Mister Perà (Cantine Riunite): “Siamo giunti a un giro di boa di un campionato che ci vedeva matricola rispetto alle altre squadre. Le partite disputate hanno mostrato i nostri limiti e difetti di gioventù che solo con il tempo e l’applicazione potranno essere migliorati. Infatti, se contro le squadre cussine la differenza tecnico-tattica è stata netta, nelle altre giornate solo l’inesperienza e qualche calo di concentrazione hanno determinato risultati a nostro sfavore al termine di gare equilibrate e con risultati sempre in bilico. Nel girone di ritorno proveremo a migliorare sia l’aspetto tecnico, ma soprattutto quello mentale nell’approccio alle partite e l’affiatamento del gruppo composto da tanti nuovi ragazzi, molti ai primi calci nel futsal.”

Mister Agostinelli (Osimo Five): “Abbiamo iniziato questa stagione quasi come una sfida e dopo questo girone d' andata siamo tutti molto soddisfatti. La nostra squadra composta per la metà da ragazzini sotto quota e tutti alla prima esperienza nel calcio a 5 è cresciuta tanto in questi quattro mesi di lavoro. Ho messo per la prima volta a disposizione dei ragazzi la mia esperienza di giocatore e sono contento di come si sono impegnati, sacrificati e di come abbiano lottato fino ad oggi. Abbiamo creato un bel gruppo, nonostante arrivassero tutti da delusioni nel calcio a 11. Di buone prospettive cito il portiere Liliani, i laterali Dubbini ed Eusebi e il pivot Saracini, se avranno la costanza di continuare negli anni ne sentiremo parlare nella nostra regione.”

 

GIRONE C

Imbattuto la capolista Civitanova miglior attacco (64 reti segnate) e miglior difesa (19 subìte) del girone. Stessi punti per l’ASKL dei capocannonieri Agostini (19) e Onori (18). Entrambe semifinaliste di Coppa Marche. Staccate di sei Futsal FBC e L’Altro Sport. A pari punti, ma con un piede nella zona playoff l’Audax Montecosaro, organico, giocatori e allenatore, totalmente rinnovato, seguita dal Csi Stella. Sporting Grottammare, squadra che si sta facendo le ossa, Nuova Juventina e i piccoli (forse tra i più piccoli d’età e stazza) del Bocastrum a chiudere la coda.

 

Qui Civitanova 1996: “E’ stato una bella conclusione d' anno per i ragazzi di mister Gironacci che, nelle sette giornate disputate hanno messo a segno un en plein indimenticabile. Primo posto nel girone avendo battuto l’ASKL nello scontro diretto, ma con ben due gare da recuperare per i rossoblu. Nota di merito per il giovane Lorenzo Sparvoli terzo in classifica generale marcatori con 18 reti. Una grande soddisfazione per la società rivieresca che, su proprio settore giovanile ha sempre improntato un lavoro certosino e meticoloso.”

Mister Bartolomei (ASKL): “Campionato abbastanza equilibrato e la classifica rispetta i valori, con il Civitanova meritatamente primo. Noi siamo andati meglio del previsto, perché della rosa dello scorso anno ne sono rimasti solo tre, mentre gli altri sette sono nuovi. Speriamo di continuare così e migliorare ancora per essere pronti per la fase decisiva di marzo.”

Mister Bollettini (Sporting Grottammare): “Bilancio positivo, nonostante le due vittorie e le sei sconfitte. Siamo partiti in forte ritardo, causa mancanza campi, con un gruppo di ragazzi che approcciavano per la prima volta a questa disciplina e molti non partecipavano da tempo a competizioni agonistiche. A parte le difficoltà, i ragazzi stanno crescendo, mostrando la voglia d’imparare e ciò mi fa sperare in un girone di ritorno migliore, non solo dal punto di vista dei risultati, ma anche dal sapere stare in campo, cosa che gradualmente sta avvenendo. Voto complessivo 6. Un ringraziamento particolare va anche ai due portieri della prima squadra, Pennacchietti e Bruni che si sono messi a disposizione e, nell’unica ora indoor che abbiamo (lo Sporting gioca all’aperto) allenano portieri Juniores e Allievi.”

Qui Audax Montecosaro: “Squadra completamente nuova con un nuovo allenatore Claudio Mancinelli, scelto proprio per far crescere un gruppo al quale, se togliamo capitan Filolli (nel giro della Rappresentativa) e Pompili, reduci dalla squadra dello scorso anno, gli altri sono nuovi e quasi tutti sotto età. Il giro d’andata appena conclusosi s’è rivelato sotto le aspettative, soprattutto per l’inesperienza di gran parte della squadra che ha alternato buone prestazioni come quelle in casa delle prime dove sono arrivate due sconfitte, ma con gare giocate alla pari e sconfitte casalinghe con squadra sulla carta alla pari come Futsal FBC e L’Altro Sport. Il mister sta cercando di togliere questa discontinuità ai suoi ragazzi, per disputare un buon girone di ritorno che potrebbe garantire loro un posto nei playoff di primavera.”

Mister Camplone (Bocastrum): “I nostri giovani, come ripetiamo spesso, stanno affrontando un campionato molto impegnativo con avversari fisicamente e di età superiori a noi quindi hanno il compito di crescere negli allenamenti e continuare ad acquisire i fondamenti di questo sport.”

 

Colgo l’occasione, con quest’ultimo articolo del 2015, per ringraziare nuovamente tutti coloro che, in questa prima parte di stagione mi hanno aiutato (e sopportato) a redigere gli editoriali e per augurarvi un sereno 2016.

 

Alice Mazzarini

Lady Futsal

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.