Ecco il Castelvecchio Monteporzio di mister Angeloni:"La società è molto ambiziosa e vorrebbe centrare la promozione"

Giovanni Angeloni, timoniere del Castelvecchio Monteporzio

Ricomincia il lungo viaggio dello Stilnovista nell'impervio territorio del Pianeta D.

Questa settimana l'ospite di turno risponde al nome di Giovanni Angeloni, allenatore del Castelvecchio Monteporzio, capolista del girone B di serie D. A trentaquattro anni, nonostante la giovane età, il manager dei gialloblu di patron Perini ha già allenato il Ponte Rio e lo Sporting Monterado prima di approdare a Monte Porzio. Noi lo abbiamo rintracciato telefonicamente per rivolgergli qualche domanda sull'ottimo avvio di stagione della sua squadra e lui prontamente ci ha risposto. Leggete come.

Ciao Giovanni e benvenuto a Futsalmarche.it. Parliamo subito di voi e della vostra squadra.

"Che dire? Il presidente Perini mi ha affidato le chiavi della squadra tre anni fa dopo che, al primo anno di affiliazione FIGC (2007), la squadra aveva raccolto un solo punto nell'intera stagione. Abbiamo lavorato sodo in questi anni, sia sul campo con due stagioni di assestamento trascorsi a lottare costantemente per i play off, sia in sede di mercato dove il sottoscritto, con il grande aiuto del capitano Luca Biagetta, si è mosso per provare ad allestire una squadra capace di puntare in alto."

Quattro anni di vita dunque, e ora, al terzo anno sotto la tua gestione vi sentite pronti per il grande salto. Qual'è il progetto societario?

"Il nostro progetto è quello di fare molto bene nel campionato in corso e anche nella coppa di categoria. La società è molto ambiziosa e vorrebbe centrare la promozione entro tre anni e vorrebbe farlo senza ricorrere a ripescaggi che ti danno tutti i problemi di una categoria superiore senza la soddisfazione di aver vinto il campionato."

Castelvecchio MonteporzioUn campionato che vi vede in testa anche se tallonati dal Real San Costanzo. Fino alla fine sarà corsa a due contro i rivali che l'anno scorso vi hanno estromesso dai play off promozione: come vivrai questo duello?

"Io, personalmente, lo vivo e lo vivrò con la massima serenità soprattutto dopo essermi preso una piccola rivincita eliminando il Real San Costanzo dalla coppa. C'è comunque qualcuno che lo vive in maniera più accesa essendoci nella nostra rosa due giocatori, Bottacchiari e Campanelli, cresciuti proprio a San Costanzo, a pochi chilometri da Monte Porzio."

L'Escursionista, commentatore di FutsalMarche.it per il girone B di serie D, ci ha segnalato il grande talento di due protagonisti di questo inizio di stagione: il già citato Cristian Campanelli, capocannoniere del girone, e Ismael Ottawara, ragazzo ivoriano dal futuro promettente. Parlaci un po' di loro, che giocatori sono?

"Cristian Campanelli è un ragazzo classe '86 e come hai detto è il nostro bomber. In estate è stato ad un passo dall'Audax Sant'Angelo prima e dal Corinaldo poi ma alla fine ha sposato il nostro progetto, essendo molto legato al sottoscritto. Se non dovessimo centrare il nostro obiettivo è molto probabile che il prossimo anno vada a Corinaldo dal Tenente Tinti ma per ora ce lo teniamo stretto.
Ismael è invece un talento puro africano che due o tre anni fa aveva anche iniziato la preparazione con la Tre Colli Montesicuro. Tecnicamente e fisicamente possiede doti fuori dal comune ed è un giocatore di due categorie superiori ma manca ancora della costanza necessaria per essere devastante."

Senza dimenticare il neo acquisto, Claudio Perticaroli, il Totem ex Corinaldo C5. Quanto conta per un allenatore poter contare sulla sua esperienza?

"Per me è fondamentale perchè è una persona squisita oltre che un giocatore assolutamente fuori categoria. E' arrivato un po' arruginito dopo un anno di inattività e inizialmente ha avuto delle difficoltà soprattutto fisiche ma ora che sta rientrando a pieno regime il suo apporto sarà determinante per centrare il nostro obiettivo."

Bene Giovanni, abbiamo concluso. Ti salutiamo chiedendoti la consueta dedica a FutsalMarche.it e facendoti un grande 'in bocca al lupo'.

"Un saluto anche a te e a tutti voi che state facendo un ottimo lavoro. Nel nostro piccolo, faremo il possibile per aiutarvi perchè la visibiltà che concedete nello spazio per la serie D è qualcosa di molto importante e che va sottolineato."

 

Stilnovista

Damiano Vallucci