Fabrizio Ciuti e il Sangiorgio c5 presentano le Final Eight di Coppa Italia A2: "Orgoglio massimo, che sia un messaggio d'ottimismo"

 

Ancora gli ultimi preparativi e poi da domani sarà spettacolo.

Il PalaSavelli di Porto San Giorgio, le Marche in generale, ancora al centro dell’Italia del Futsal. Sarà infatti il prestigioso impianto sangiorgese ad ospitare la Final Eight di Coppa Italia di Serie A2 che animerà le giornate di venerdì 16, sabato 17 e domenica 18.

Si parte venerdì con il quarti day a cominciare dal piatto forte delle 11.00 tra i “locali” sharks del Futsal Cobà attesi dall’esame Leonardo per poi proseguire alle 14.00 con Napoli-Cus Molise, alle 17.00 Olimpus Roma Gruppo LF-Atletico Nervesa e alle 20.00, con l’ultimo match in programma, tra L84 e Futsal Polistena. Sabato alle 17.00 e alle 20.00 le semifinali, domenica alle 17.00 la finalissima.

Tutta la manifestazione sarà seguita sul canale Facebook PMG Sport Futsal (clicca qui) con dirette ed approfondimenti.

 

Fabrizio Ciuti

 

 

L’egida sulla manifestazione sarà quello del Sangiorgio calcio a 5 e del suo uomo simbolo Fabrizio Ciuti che, emozionatissimo, ha raccontato a Futsalmarche.it le sensazioni della vigilia:

“Grande orgoglio nell’ospitare queste Finals, non vedevamo l’ora di ripartire. Noi del Sangiorgio siamo fermi da tantissimo, senza campionato ma viviamo di sport e di Futsal. Con questo lanciamo un messaggio che se ci crediamo possiamo fare grandi cose. Speriamo che possa essere un anticipo di quello che, come società, ci siamo prefissati di fare a medio-lungo termine. Vogliamo far parte del grande Futsal, speriamo di trovare qualcuno disposto a darci una mano. Ringrazio l’amministrazione comunale in blocco per la realizzazione di una tale manifestazione”

 

Le Final Eight sono anche un dolce ricordo per Ciuti: “La partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia della Sangiorgese U21 nel 2015 fu una soddisfazione enorme. Disputarono un doppio campionato, facemmo Serie B e Under 21 con la stessa squadra e arrivammo tanto lontano. Purtroppo poi pagammo dazio all’esperienza e perdemmo con Napoli. Qualcuno di quei ragazzi che affrontammo li rivedremo sul parquet in questi giorni. Un domani spero di tornarci”

 

“Porto San Giorgio è abituata ad eventi di questo tipo. Per me non è la prima volta e voglio dire grazia alla mia famiglia per come mi supporta e sopporta. Un pensiero va anche alla Divisione Calcio a 5 che ci ha dato questa possibilità e fiducia e agli sponsor che sono al nostro fianco in questa splendida avventura che la nostra magnifica società ha intrapreso”.

 

 

Peppe Gallozzi